CALENDARIO LITURGICO
CANTI
NOVITA' EDITORIALI
APPROFONDIMENTI
PREGHIERE
CI HANNO SCRITTO
CONTATTI
Tratto da: fara Autore: Pubblicato il:
fara
 

È un ricordo sbiadito dai giorni passati al lavoro / tu chinata tra fogli di stelle e di mille colori. / Ti ricordi il castello seduto sull’ultimo colle? / Ci piaceva guardarne nel buio quel baluginare / di luci in un’aria di fiaba inventata /soltanto per me. // Che se non l’ho mai detto, se non l’hai saputo ti è grata / questa mano di uomo che ancora si riempie / di minuscoli sassi a istruire una strada tra i muschi / raccolti in montagna nelle passeggiate / di un tempo impossibile tanto è lontano / che c’era la nonna. // È un ritratto mantato di bruma dal fiato del tempo / l’acqua del fiume ti scorre anche se tu lo resti a guardare. / Eppure che strano, apro la mano e ogni anno li trovo / quei tre pezzi di creta li stringo, li volgo alla stella cometa. / Che per tutte le male parole che sole t’ho saputo dare / m’hai riempito le mani e le tasche di pezzi d’amore. (Il presepe)

Nato a Rimini nel 1972, Stefano Bianchi ha pubblicato in poesia: La bottiglia (Pendragon 2005), Le mie scarpe son sporche di sabbia anche d’inverno e Sputami a mare. Le voci (Fara 2007 e 2010), quest’ultima segnalata al Premio internazionale Città di Marineo 2011. Ha presentato le sue poesie in vari contesti pubblici, anche in radio e televisione. Alcuni suoi versi sono in rete nel blog farapoesia, nel sito www.faraeditore.it ecc. Altri sono presenti nelle antologie Il desiderioSognoIl RicordoNella notte di Natale. Racconti e poesie sotto l’albero (edite da Perrone tra il 2007 e il 2009) e in Poeti romagnoli d’oggi e Federico Fellini (Il Ponte Vecchio 2009).

 

 

 

Titolo: DA QUANDO NON CI SIETE
Autore: Stefano Bianchi
Editore: FaraEditore
pagg: 78
ISBN 978-88-9293-095-7
€ 7,00
per ordinarlo