MARTEDI DELLA V SETTIMANA DI QUARESIMA
VESPRI

V    Il Signore sia con voi.
R    E con il tuo spirito.

Se non presiede un sacerdote o un diacono:

V    Signore, ascolta la nostra preghiera.
R    E il nostro grido giunga fino a te.

RITO DELLA LUCE

Cfr. Est 11, 11. 10

      Ecco la luce rifulge
      E nella notte brilla il Sole vero.
           Nella gioconda chiarità di Dio
           gli umili e i poveri sono esaltati.

V   I piccoli gridano al loro Signore,
      implorano i giusti.
           Nella gioconda chiarità di Dio
           gli umili e i poveri sono esaltati.

      Ecco la luce rifulge
      E nella notte brilla il Sole vero.
           Nella gioconda chiarità di Dio
           gli umili e i poveri sono esaltati.

INNO

Cristo, che a nostra salvezza
disponi il santo digiuno,
vieni e conforta il tuo popolo
che celebra la Quaresima.

Ispira il pentimento,
poni sul labbro la supplica
che mitighi la giustizia
e muova il Padre al perdono.

La grazia tua ci liberi
dal passato colpevole
e un futuro innocente
pietosa a noi propizi.

L’annuo fervore ci doni,
purificando i cuori,
di tendere ancora una volta
alla beata Pasqua.

O Trinità, potente unico Dio,
l’universo ti adori
e, liberato dal male,
ti canti un cantico nuovo.   Amen.

SALMODIA

Salmo 19

Preghiera per la vittoria del Re messia

Chiunque invocherà il nome del Signore sarà salvo (At 2, 21).

Ant. 1   Ascolta, Signore, la voce dei tuoi servi.

Ti ascolti il Signore nel giorno della prova, *
     ti protegga il nome del Dio di Giacobbe.
Ti mandi l’aiuto dal suo santuario
     e dall’alto di Sion ti sostenga.

Ricordi tutti i tuoi sacrifici *
     e gradisca i tuoi olocausti.
Ti conceda secondo il tuo cuore, *
     faccia riuscire ogni tuo progetto.

Esulteremo per la tua vittoria, †
     spiegheremo i vessilli in nome del nostro Dio; *
adempia il Signore tutte le tue domande.

Ora so che il Signore salva il suo consacrato; †
     gli ha risposto dal suo cielo santo *
     con la forza vittoriosa della sua destra.

Chi si vanta dei carri e chi dei cavalli, *
     noi siamo forti nel nome del Signore nostro Dio.
Quelli si piegano e cadono, *
     ma noi restiamo in piedi e siamo saldi.

Salva il re, o Signore, *
     rispondici, quando ti invochiamo.

Gloria.

Ant. 1   Ascolta, Signore, la voce dei tuoi servi.

Salmo 20, 2-8. 14

Ringraziamento per la vittoria del Re messia

Nella risurrezione Gesù ha ricevuto la vita e la gloria per i secoli dei secoli (S. Ireneo).

Ant. 2   Egli ti ha chiesto la vita
             e tu gliel’hai concessa, *
             lunghi giorni, Signore, senza fine.

Signore, il re gioisce della tua potenza, *
     quanto esulta per la tua salvezza!
Hai soddisfatto il desiderio del suo cuore, *
     non hai respinto il voto delle sue labbra.

Gli vieni incontro con larghe benedizioni; *
     gli poni sul capo una corona di oro fino.
Vita ti ha chiesto, a lui l’hai concessa, *
     lunghi giorni in eterno, senza fine.

Grande è la sua gloria per la tua salvezza, *
     lo avvolgi di maestà e di onore;
lo fai oggetto di benedizione per sempre, *
     lo inondi di gioia dinanzi al tuo volto.

Perché il re confida nel Signore: *
     per la fedeltà dell’Altissimo non sarà mai scosso.
Alzati, Signore, in tutta la tua forza; *
     canteremo inni alla tua potenza.

Gloria.

Ant. 2   Egli ti ha chiesto la vita
             e tu gliel’hai concessa, *
             lunghi giorni, Signore, senza fine.

PRIMA ORAZIONE

Guarda, o Dio clementissimo,
la tristezza e il rimorso dei tuoi figli colpevoli;
infondi nei loro cuori la gioia del tuo perdono
perché possano sempre gloriarsi
della tua paterna misericordia.
Per Gesù Cristo, tuo Figlio, nostro Signore e nostro Dio,
che vive e regna con te, nell'unità dello Spirito santo,
per tutti i secoli dei secoli.

CANTICO DELLA BEATA VERGINE

Lc 1, 46-55

Esultanza dell'anima nel Signore

Sia in ciascuno l'anima di Maria a magnificare il Signore, sia in ciascuno lo spirito di Maria a esultare in Dio (S. Ambrogio).

Ant.   Se il peso della colpa ci deprime,
          ci rialzi, Signore, la tua mano; *
          la tua misericordia ci sollevi.

L'anima mia magnifica il Signore *
     e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,

perché ha guardato l'umiltà  della sua serva. *
     D'ora in poi tutte le generazioni
          mi chiameranno beata. 

Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente *
     e Santo è il suo nome:

di generazione in generazione la sua misericordia *
     si stende su quelli che lo temono. 

Ha spiegato la potenza del suo braccio, *
     ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;

ha rovesciato i potenti dai troni, *
     ha innalzato gli umili; 

ha ricolmato di beni gli affamati, *
     ha rimandato i ricchi a mani vuote.

Ha soccorso Israele, suo servo, *
     ricordandosi della sua misericordia, 

come aveva promesso ai nostri padri, *
     ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre. 

Gloria. 

L'anima mia magnifica il Signore.

Ant.   Se il peso della colpa ci deprime,
          ci rialzi, Signore, la tua mano; *
          la tua misericordia ci sollevi.

Kyrie eleison, Kyrie eleison, Kyrie eleison.

SECONDA ORAZIONE

O Dio di infinita maestà,
a te più accorata si eleva la nostra supplica:
quanto più si avvicina
il giorno festoso della nostra salvezza,
tanto più intensamente disponi i nostri cuori
a celebrare il mistero pasquale.
Per Cristo nostro Signore.

COMMEMORAZIONE DEL BATTESIMO

Porta in sé la croce di Cristo, colui che muore al mondo e viene crocifisso con Cristo (S. Cromazio).

R   Il Padre ci ha segnati; ci ha confermati Cristo;
      nei cuori è disceso lo Spirito,
      caparra dei beni futuri.
           Più non trovino spazio
           gli atti dell’uomo carnale.

V   La rinuncia del male ci porti al Salvatore;
      rifiutando il demonio
      sfuggiamo all’insidia del mondo.
           Più non trovino spazio
           gli atti dell’uomo carnale.

ORAZIONE

Il popolo dei redenti, Dio di misericordia,
si mantenga coerente con la giustizia battesimale;
e, respingendo con animo pronto
ogni proposta di Satana,
possa dopo una vita senza colpa
trovare un posto al tuo convito eterno.
Per Cristo nostro Signore.

INTERCESSIONI

Alla sera di questo giorno,
innalziamo a Dio la nostra supplica,
col proposito
di camminare sempre più consapevolmente
alla sua presenza:

       Lo Spirito santo ci renda, Padre,
       un’offerta a te gradita.

Tu che ci hai radunati nel nome del Figlio tuo
per donarci la grazia e la misericordia,
     - riconduci all’unità
       i cristiani che il peccato ha diviso.

Tu che sempre soccorri
chi solo in te ripone speranza,
     - piega al tuo volere i progetti degli uomini.

Tu che tutti chiami a cantare la tua gloria,
     - fa’ che ti possiamo lodare
       in ogni nostra opera.

Tu che permetti talvolta la tentazione dei tuoi fedeli,
     - non lasciare che cadano
       quelli che annunziano al mondo la tua parola.

Tu che concedi alla Chiesa
di celebrare ancora una volta le feste pasquali,
     - accogli i nostri defunti
       nella gioia della Pasqua eterna.

Come figli che si apprestano
a rinnovare profondamente la loro vita,
diciamo concordi:

Padre nostro.

CONCLUSIONE

Per la conclusione dei Vespri si danno due casi:
A) Se la celebrazione è presieduta da un sacerdote o da un diacono, la conclusione si fa col saluto e con la benedizione in questo modo:

V   Il Signore sia con voi.
R   E con il tuo spirito.
      Kyrie eleison, Kyrie eleison, Kyrie eleison. 

V   Vi benedica Dio onnipotente, Padre e Figlio e Spirito santo.
R   Amen. 

Si possono anche usare le forme di benedizione più solenni come è detto nel Messale.
Se si congeda l’assemblea, si aggiunge l’invito: 

V   Andiamo in pace.
R   Nel nome di Cristo.

B) Nella celebrazione individuale o quando non presiede un sacerdote o un diacono, si conclude con la formula seguente:

V   Il Signore ci benedica e ci custodisca.
R   Amen. 

oppure:
V   La santa Trinità ci salvi e ci benedica.
R   Amen.



©