MARTEDI DELLA VII SETTIMANA DI PASQUA
VESPRI

V    Il Signore sia con voi.
R    E con il tuo spirito.

Se non presiede un sacerdote o un diacono:

V    Signore, ascolta la nostra preghiera.
R    E il nostro grido giunga fino a te.

RITO DELLA LUCE

Cfr. Prv 13, 9, 6, 23

      La luce dei giusti rifulge:
      è fonte di viva letizia.
           Lampada sui miei passi è il tuo volere:
           la tua legge rischiara la mia vita.

V   Fùmiga la lucerna del malvagio;
      cupa è per lui la notte.
           Lampada sui miei passi è il tuo volere:
           la tua legge rischiara la mia vita.

      La luce dei giusti rifulge:
      è fonte di viva letizia.
           Lampada sui miei passi è il tuo volere:
           la tua legge rischiara la mia vita.

INNO

Eterno Signore dei tempi,
tu che l'umana fatica ammanti
della diurna luce
e affidi il nostro riposo alla notte,

veglia sull'anima casta,
perché il lungo silenzio delle tenebre
non ci abbandoni indifesi
ai dardi avvelenati del demonio,

Sotto la tua custodia
non ci svigorisca il torpore,
nessun terrore vano ci tormenti
né ci seduca piacere ingannevole.

Accogli, o Dio pietoso, la preghiera
per Gesù Cristo Signore,
che nello Spirito santo
regna per tutti i secoli.   Amen.

SALMODIA

Salmo 124

Il Signore custodisce il suo popolo

Pace e misericordia in tutto l’Israele di Dio (Gal 6, 16).

Ant. 1   La tua bontà, Signore, sia con i buoni *
             e con i retti di cuore. Alleluia.

Chi confida nel Signore è come il monte Sion: *
     non vacilla, è stabile per sempre.

I monti cingono Gerusalemme: †
     il Signore è intorno al suo popolo, *
     ora e sempre.

Egli non lascerà pesare lo scettro degli empi *
     sul possesso dei giusti,
perché i giusti non stendano le mani *
     a compiere il male.

La tua bontà, Signore, sia con i buoni *
     e con i retti di cuore.

Quelli che vanno per sentieri tortuosi †
     il Signore li accomuni
          alla sorte dei malvagi. *
     Pace su Israele!

Gloria.

Ant. 1   La tua bontà, Signore, sia con i buoni *
             e con i retti di cuore. Alleluia.

Salmo 130

Confidare in Dio come il bimbo nella madre

«Imparate da me che sono mite e umile di cuore» (Mt 11, 29).

Ant. 2   Speri Israele nel Signore, *
             ora e sempre. Alleluia.

Signore, non si inorgoglisce il mio cuore *
     e non si leva con superbia il mio sguardo;
non vado in cerca di cose grandi, *
     superiori alle mie forze.

Io sono tranquillo e sereno †
     come bimbo svezzato
          in braccio a sua madre, *
     come un bimbo svezzato è l’anima mia.

Speri Israele nel Signore, *
     ora e sempre.

Gloria.

Ant. 2   Speri Israele nel Signore, *
             ora e sempre. Alleluia.

PRIMA ORAZIONE

Discenda su noi, o Dio,
la forza dello Spirito santo;
purifichi benignamente i nostri cuori
e ci protegga da ogni avverso potere.
Per Gesù Cristo, tuo Figlio, nostro Signore e nostro Dio,
che vive e regna con te, nell'unità dello Spirito santo,
per tutti i secoli dei secoli.

CANTICO DELLA BEATA VERGINE

Lc 1, 46-55

Esultanza dell'anima nel Signore

Sia in ciascuno l'anima di Maria a magnificare il Signore, sia in ciascuno lo spirito di Maria a esultare in Dio (S. Ambrogio).

Ant.   Quando verrà lo Spirito di verità, *
          egli vi guiderà alla verità intera. Alleluia.

L'anima mia magnifica il Signore *
     e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,

perché ha guardato l'umiltà  della sua serva. *
     D'ora in poi tutte le generazioni
          mi chiameranno beata. 

Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente *
     e Santo è il suo nome:

di generazione in generazione la sua misericordia *
     si stende su quelli che lo temono. 

Ha spiegato la potenza del suo braccio, *
     ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;

ha rovesciato i potenti dai troni, *
     ha innalzato gli umili; 

ha ricolmato di beni gli affamati, *
     ha rimandato i ricchi a mani vuote.

Ha soccorso Israele, suo servo, *
     ricordandosi della sua misericordia, 

come aveva promesso ai nostri padri, *
     ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre. 

Gloria. 

L'anima mia magnifica il Signore.

Ant.   Quando verrà lo Spirito di verità, *
          egli vi guiderà alla verità intera. Alleluia.

Kyrie eleison, Kyrie eleison, Kyrie eleison.

SECONDA ORAZIONE

O Dio onnipotente e misericordioso
fa’ che lo Spirito santo
venga ad abitare in noi
e ci trasformi nel tempio della sua gloria.
Per Cristo nostro Signore.

COMMEMORAZIONE DEL BATTESIMO

Noi immergiamo il corpo nell'acqua, il Signore rimette i peccati dell'anima. Noi laviamo, egli santifica. Noi sulla terra imponiamo le mani, egli dal cielo dona lo Spirito santo (S. Cromazio).

R   Lo Spirito, che il Padre riverbera dal cielo,
      in noi si fa principio della grazia divina.
           Dove c'è lo Spirito,
           lì c'è per noi la vita. Alleluia.

V   Egli rivela agli uomini il mistero di Cristo,
      e in questa conoscenza sta la gioia perenne.
           Dove c'è lo Spirito,
           lì c’è per noi la vita. Alleluia.

ORAZIONE

Nel dono dello Spirito, Padre onnipotente,
il tuo popolo santo trovi nuovo vigore,
perché non soccomba agli inganni del mondo
e consegua la gloria della Pasqua eterna.
Per Cristo nostro Signore.

INTERCESSIONI

Gloria e onore a Cristo
che ci ha resi partecipi del suo Spirito.
Rivolgiamo a lui la nostra preghiera:

       Cristo, ascoltaci.

Effondi sulla Chiesa
lo Spirito che procede dal Padre,
     - perché la purifichi, la fortifichi
       e la propaghi sino ai confini della terra.

Illumina i legislatori, i magistrati e i governanti:
     - fa' che collaborino al bene di tutta la comunità.

Manda il tuo Spirito quale padre dei poveri,
     - perché soccorra e consoli gli umili e gli afflitti.

Santifica coloro che hai scelto
come dispensatori dei tuoi misteri:
     - fa' che siano sempre fedeli alla tua volontà.

Completa nelle anime e nei corpi dei defunti
la tua opera di salvezza:
     - dona loro la gioia eterna
       in virtù della tua passione, risurrezione
       e ascensione al cielo.

Il Signore Gesù, che sempre intercede per noi,
così ci invita a pregare:

Padre nostro.

CONCLUSIONE

Per la conclusione dei Vespri si danno due casi:
A) Se la celebrazione è presieduta da un sacerdote o da un diacono, la conclusione si fa col saluto e con la benedizione in questo modo:

V   Il Signore sia con voi.
R   E con il tuo spirito.
      Kyrie eleison, Kyrie eleison, Kyrie eleison. 

V   Vi benedica Dio onnipotente, Padre e Figlio e Spirito santo.
R   Amen. 

Si possono anche usare le forme di benedizione più solenni come è detto nel Messale.
Se si congeda l’assemblea, si aggiunge l’invito: 

V   Andiamo in pace.
R   Nel nome di Cristo.

B) Nella celebrazione individuale o quando non presiede un sacerdote o un diacono, si conclude con la formula seguente:

V   Il Signore ci benedica e ci custodisca.
R   Amen. 

oppure:
V   La santa Trinità ci salvi e ci benedica.
R   Amen.



©