MARTEDI DELLA XXV SETTIMANA DEL TEMPO PER ANNUM
ORA MEDIA - terza
(ora terza da recitare verso le ore 9)

V   O Dio, vieni a salvarmi.
R   Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria.

Alleluia.

INNO

Tu che invocato ti effondi,
con il Padre e col Figlio unico Dio,
o Spirito, discendi
senza indugio nei cuori.

Gli affetti, i pensieri, la voce
cantino la tua lode;
la tua fiamma divampi
e gli uomini accenda d’amore.

Ascoltaci, Padre pietoso,
per Gesù Cristo Signore,
che nello Spirito santo
vive e governa nei secoli.   Amen.

SALMODIA

Salmo 118, 1-8 I (Alef)

Meditazione della legge di Dio

Senza colpa si conserva chi cammina in Cristo. Egli ha detto: «Io sono la via». Chi cammina per questa via, errare non può (S. Ambrogio).

Ant. 1   Beato l’uomo di integra condotta, *
             che cammina nella legge del Signore.

Beato l’uomo di integra condotta, *
     che cammina nella legge del Signore.
Beato chi è fedele ai suoi insegnamenti *
     e lo cerca con tutto il cuore.

Non commette ingiustizie, *
     cammina per le sue vie.
Tu hai dato i tuoi precetti *
     perché siano osservati fedelmente.

Siano diritte le mie vie, *
     nel custodire i tuoi decreti.
Non dovrò arrossire *
     se avrò obbedito ai tuoi comandi.

Ti loderò con cuore sincero *
     quando avrò appreso le tue giuste sentenze.
Voglio osservare i tuoi decreti: *
     non abbandonarmi mai.

Gloria.

Ant. 1   Beato l’uomo di integra condotta, *
             che cammina nella legge del Signore.

Salmo 12

Lamento di un giusto nella prova

Il Dio della speranza vi riempia di ogni gioia e pace nella fede (Rm 15, 13).

Ant. 2   Guarda e ascoltami, Signore mio Dio.

Fino a quando, Signore, continuerai a dimenticarmi? *
     Fino a quando mi nasconderai il tuo volto?

Fino a quando nell’anima mia proverò affanni, †
     tristezza nel cuore ogni momento? *
     Fino a quando su di me trionferà il nemico?

Guarda, rispondimi, Signore mio Dio, †
     conserva la luce ai miei occhi, *
     perché non mi sorprenda il sonno della morte,

perché il mio nemico non dica: «L’ho vinto!» *
     e non esultino i miei avversari quando vacillo.

Nella tua misericordia ho confidato. †
     Gioisca il mio cuore nella tua salvezza *
     e canti al Signore, che mi ha beneficato.

Gloria.

Ant. 2   Guarda e ascoltami, Signore mio Dio.

Salmo 13

Stoltezza degli empi

Dove ha abbondato il peccato, ha sovrabbondato la grazia (Rm 5, 20).

Ant. 3   Guarda, Signore, dal cielo sui figli dell’uomo.

Lo stolto pensa: «Non c’è Dio». †
     Sono corrotti, fanno cose abominevoli: *
     nessuno più agisce bene,

Il Signore dal cielo si china sugli uomini †
     per vedere se esista un saggio: *
     se c’è uno che cerchi Dio.

Tutti hanno traviato, sono tutti corrotti; *
     più nessuno fa il bene, neppure uno.
Non comprendono nulla tutti i malvagi, *
     che divorano il mio popolo come il pane?

Non invocano Dio: tremeranno di spavento, *
     perché Dio è con la stirpe del giusto.
Volete confondere le speranze del misero, *
     ma il Signore è il suo rifugio.

Venga da Sion la salvezza d’Israele! †
     Quando il Signore ricondurrà il suo popolo, *
     esulterà Giacobbe e gioirà Israele.

Gloria.

Ant. 3   Guarda, Signore, dal cielo sui figli dell’uomo.

Alle altre Ore salmodia complementare.
LETTURA BREVE

1 Cor 2, 11-12

Fratelli, chi conosce i segreti dell’uomo se non lo spirito dell’uomo che è in lui? Così anche i segreti di Dio nessuno li ha mai potuti conoscere se non lo Spirito di Dio. Ora, noi non abbiamo ricevuto lo spirito del mondo, ma lo Spirito di Dio per conoscere tutto ciò che Dio ci ha donato.

R   Dammi intelligenza, Signore.
     Dammi intelligenza, Signore *
          perché io osservi la tua legge.

V   Guidami sui sentieri dei tuoi comandi.
     Perché io osservi la tua legge.
     Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito santo.
     Dammi intelligenza, Signore *
          perché io osservi la tua legge.

ORAZIONE

Effondi, Padre, sulla tua Chiesa
lo Spirito consolatore
a liberare gli oppressi, radunare i dispersi,
rinvigorire i deboli.
Per Cristo nostro Signore.

CONCLUSIONE

V   Benediciamo il Signore.

R   Rendiamo grazie a Dio.



©