XI DOMENICA DEL TEMPO PER ANNUM
ORA MEDIA - sesta
(ora sesta da recitare verso le ore 12)

V   O Dio, vieni a salvarmi.
R   Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria.

Alleluia.

INNO

O Dio glorioso, altissimo sovrano,
che i tempi diversi alternando,
orni di dolce chiarità il mattino
e l’infocato meriggio avvampi,

placa la furia delle discordie,
spegni il funesto ardore dell’odio,
dona alle membra sanità e vigore,
agli animi dona la pace.

Ascoltaci, Padre pietoso,
per Gesù Cristo Signore,
che nello Spirito santo
vive e governa nei secoli.   Amen.

SALMODIA

Salmo 117

Canto di gioia e di vittoria

Gesù è la pietra che, scartata da voi costruttori, è diventata testata d’angolo (At 4, 11).

I (1-9)

Ant. 1   Nell’angoscia ho gridato al Signore, *
             ed egli mi ha tratto in salvo.

Celebrate il Signore, perché è buono; *
     eterna è la sua misericordia.
Dica Israele che egli è buono: *
     eterna è la sua misericordia.

Lo dica la casa di Aronne: *
     eterna è la sua misericordia.

Lo dica chi teme Dio: *
     eterna è la sua misericordia.

Nell’angoscia ho gridato al Signore, *
     mi ha risposto il Signore,
          e mi ha tratto in salvo.

Il Signore è con me, non ho timore; *
     che cosa può farmi l’uomo?
Il Signore è con me, è mio aiuto, *
     sfiderò i miei nemici.

È meglio rifugiarsi nel Signore *
     che confidare nell’uomo.
È meglio rifugiarsi nel Signore *
     che confidare nei potenti.

Gloria.

Ant. 1   Nell’angoscia ho gridato al Signore, *
             ed egli mi ha tratto in salvo.

II (10-18)

Ant. 2   La mano del Signore mi ha risollevato.

Tutti i popoli mi hanno circondato, *
     ma nel nome del Signore li ho sconfitti.
Mi hanno circondato, mi hanno accerchiato, *
     ma nel nome del Signore li ho sconfitti.

Mi hanno circondato come api, †
     come fuoco che divampa tra le spine, *
     ma nel nome del Signore li ho sconfitti.

Mi avevano spinto con forza per farmi cadere, *
     ma il Signore è stato mio aiuto.

Mia forza e mio canto è il Signore, *
     egli è stato la mia salvezza.

Grida di giubilo e di vittoria, *
     nelle tende dei giusti:

la destra del Signore ha fatto meraviglie, †
     la destra del Signore si è alzata, *
     la destra del Signore ha fatto meraviglie.

Non morirò, resterò in vita *
     e annunzierò le opere del Signore.
Il Signore mi ha provato duramente, *
     ma non mi ha consegnato alla morte.

Gloria.

Ant. 2   La mano del Signore mi ha risollevato.

III (19-29)

Ant. 3   Luce è il Signore per noi.

Apritemi le porte della giustizia: *
     entrerò a rendere grazie al Signore.
È questa la porta del Signore, *
     per essa entrano i giusti.

Ti rendo grazie, perché mi hai esaudito, *
     perché sei stato la mia salvezza.

La pietra scartata dai costruttori *
     è divenuta testata d’angolo;
ecco l’opera del Signore: *
     una meraviglia ai nostri occhi.

Questo è il giorno fatto dal Signore: *
     rallegriamoci ed esultiamo in esso.

Dona, Signore, la tua salvezza, *
     dona, Signore, la tua vittoria!

Benedetto colui che viene nel nome del Signore. *
     Vi benediciamo dalla casa del Signore;

Dio, il Signore è nostra luce. †
     Ordinate il corteo con rami frondosi *
     fino ai lati dell’altare.

Sei tu il mio Dio e ti rendo grazie, *
     sei il mio Dio e ti esalto.

Celebrate il Signore, perché è buono: *
     eterna è la sua misericordia.

Gloria.

Ant. 3   Luce è il Signore per noi.

Alle altre Ore salmodia complementare.
LETTURA BREVE

1 Pt 2, 4-5

Fratelli, stringendovi a Cristo, pietra viva, rigettata dagli uomini, ma scelta e preziosa davanti a Dio, anche voi venite impiegati come pietre vive per la costruzione di un edificio spirituale, per un sacerdozio santo, per offrire sacrifici spirituali graditi a Dio, per mezzo di Gesù Cristo.

R   L’anima mia languisce e brama gli atri del Signore.
      L’anima mia languisce e brama gli atri del Signore. *
           Alleluia, alleluia.

V   Il mio cuore e la mia carne esultano
      nel Dio vivente.
      Alleluia, alleluia.
      Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito santo.
      L’anima mia languisce e brama gli atri del Signore. *
           Alleluia, alleluia.

ORAZIONE

Verso le tue creature, o Dio,
tu preferisci la misericordia allo sdegno;
vedi quanto siamo deboli e incerti
e fa’ prevalere sulla nostra povertà
la luce e la forza della tua grazia.
Per Gesù Cristo, tuo Figlio, nostro Signore e nostro Dio,
che vive e regna con te, nell’unità dello Spirito santo,
per tutti i secoli dei secoli.

CONCLUSIONE

V   Benediciamo il Signore.

R   Rendiamo grazie a Dio.



©