MARTEDI DELLA V SETTIMANA DI QUARESIMA
ORA MEDIA - sesta
(ora sesta da recitare verso le ore 12)

V   O Dio, vieni a salvarmi.
R   Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria.

Lode a Te, Signore, re di eterna gloria.

INNO

O Dio glorioso, altissimo sovrano,
che i tempi diversi alternando,
orni di dolce chiarità il mattino
e l’infocato meriggio avvampi,

placa la furia delle discordie,
spegni il funesto ardore dell’odio,
dona alle membra sanità e vigore,
agli animi dona la pace.

Ascoltaci, Padre pietoso,
per Gesù Cristo Signore,
che nello Spirito santo
vive e governa nei secoli.   Amen.

SALMODIA

Salmo 118, 1-8 I (Alef)

Meditazione della legge di Dio

Senza colpa si conserva chi cammina in Cristo. Egli ha detto: «Io sono la via». Chi cammina per questa via, errare non può (S. Ambrogio).

Ant. 1   Mai, o Signore, non mi abbandonare.

Beato l’uomo di integra condotta, *
     che cammina nella legge del Signore.
Beato chi è fedele ai suoi insegnamenti *
     e lo cerca con tutto il cuore.

Non commette ingiustizie, *
     cammina per le sue vie.
Tu hai dato i tuoi precetti *
     perché siano osservati fedelmente.

Siano diritte le mie vie, *
     nel custodire i tuoi decreti.
Non dovrò arrossire *
     se avrò obbedito ai tuoi comandi.

Ti loderò con cuore sincero *
     quando avrò appreso le tue giuste sentenze.
Voglio osservare i tuoi decreti: *
     non abbandonarmi mai.

Gloria.

Ant. 1   Mai, o Signore, non mi abbandonare.

Salmo 12

Lamento di un giusto nella prova

Il Dio della speranza vi riempia di ogni gioia e pace nella fede (Rm 15, 13).

Ant. 2   Fino a quando, Signore,
             continuerai a dimenticarmi? *
             Guarda e rispondimi, o Dio,
             perché il mio nemico non dica: «L’ho vinto!».

Fino a quando, Signore, continuerai a dimenticarmi? *
     Fino a quando mi nasconderai il tuo volto?

Fino a quando nell’anima mia proverò affanni, †
     tristezza nel cuore ogni momento? *
     Fino a quando su di me trionferà il nemico?

Guarda, rispondimi, Signore mio Dio, †
     conserva la luce ai miei occhi, *
     perché non mi sorprenda il sonno della morte,

perché il mio nemico non dica: «L’ho vinto!» *
     e non esultino i miei avversari quando vacillo.

Nella tua misericordia ho confidato. †
     Gioisca il mio cuore nella tua salvezza *
     e canti al Signore, che mi ha beneficato.

Gloria.

Ant. 2   Fino a quando, Signore,
             continuerai a dimenticarmi? *
             Guarda e rispondimi, o Dio,
             perché il mio nemico non dica: «L’ho vinto!».

Salmo 13

Stoltezza degli empi

Dove ha abbondato il peccato, ha sovrabbondato la grazia (Rm 5, 20).

Ant. 3   Guarda, Signore, dal cielo sui figli dell’uomo.

Lo stolto pensa: «Non c’è Dio». †
     Sono corrotti, fanno cose abominevoli: *
     nessuno più agisce bene,

Il Signore dal cielo si china sugli uomini †
     per vedere se esista un saggio: *
     se c’è uno che cerchi Dio.

Tutti hanno traviato, sono tutti corrotti; *
     più nessuno fa il bene, neppure uno.
Non comprendono nulla tutti i malvagi, *
     che divorano il mio popolo come il pane?

Non invocano Dio: tremeranno di spavento, *
     perché Dio è con la stirpe del giusto.
Volete confondere le speranze del misero, *
     ma il Signore è il suo rifugio.

Venga da Sion la salvezza d’Israele! †
     Quando il Signore ricondurrà il suo popolo, *
     esulterà Giacobbe e gioirà Israele.

Gloria.

Ant. 3   Guarda, Signore, dal cielo sui figli dell’uomo.

Alle altre Ore salmodia complementare.
LETTURA BREVE

Eb 13, 5

Fratelli, la vostra condotta sia senza avarizia; accontentatevi di quello che avete, perché Dio stesso ha detto: Non ti lascerò e non ti abbandonerò.

R   Così dice il Signore che ti ha creato.
      Così dice il Signore che ti ha creato: *
           «Non temere, perché ti ho riscattato.

V   Ti ho chiamato per nome.
      Non temere, perché ti ho riscattato».
      Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito santo.
      Così dice il Signore che ti ha creato: *
           «Non temere, perché ti ho riscattato».

ORAZIONE

Guarda, o Dio clementissimo,
la tristezza e il rimorso dei tuoi figli colpevoli;
infondi nei loro cuori la gioia del tuo perdono
perché possano sempre gloriarsi
della tua paterna misericordia.
Per Cristo nostro Signore.

CONCLUSIONE

V   Benediciamo il Signore.

R   Rendiamo grazie a Dio.

©