MERCOLEDI DELLA XXIX SETTIMANA DEL TEMPO PER ANNUM
ORA MEDIA - nona
(ora nona da recitare verso le ore 15)

V   O Dio, vieni a salvarmi.
R   Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria.

Alleluia.

INNO

Perpetuo vigore degli esseri,
che eterno e immutabile stai
e la vicenda regoli del giorno
nell’inesausto gioco della luce,

la nostra sera irradia
del tuo vitale splendore;
premia la morte dei giusti
col giorno che non tramonta.

Ascoltaci, Padre pietoso,
per Gesù Cristo Signore,
che nello Spirito santo
vive e governa nei secoli.   Amen.

SALMODIA

Salmo 118, 9-16 II (Bet)

Meditazione della legge di Dio

Ecco l’esempio di un giovane che ha tenuto pura la sua giovinezza: Giovanni, che posando il capo sul petto del Signore Gesù beveva i più nascosti segreti della sapienza (S. Ambrogio).

Ant. 1   Con tutto il cuore, Signore, ti cerco.

Come potrà un giovane tenere pura la sua via? *
     Custodendo le tue parole.
Con tutto il cuore ti cerco: *
     non farmi deviare dai tuoi precetti.

Conservo nel cuore le tue parole *
     per non offenderti con il peccato.
Benedetto sei tu, Signore; *
     mostrami il tuo volere.

Con le mie labbra ho enumerato *
     tutti i giudizi della tua bocca.
Nel seguire i tuoi ordini è la mia gioia *
     più che in ogni altro bene.

Voglio meditare i tuoi comandamenti, *
     considerare le tue vie.
Nella tua volontà è la mia gioia; *
     mai dimenticherò la tua parola.

Gloria.

Ant. 1   Con tutto il cuore, Signore, ti cerco.

Salmo 16

Dio speranza dell’innocente perseguitato

Nei giorni della sua vita terrena Cristo offrì preghiere e suppliche a colui che poteva liberarlo da morte e fu esaudito per la sua pietà (Eb 5, 7).

I (1-9a)

Ant. 2   Sulle tue vie, Signore, *
             tieni saldi i miei passi.

Accogli, Signore, la causa del giusto, *
     sii attento al mio grido.
Porgi l’orecchio alla mia preghiera: *
     sulle mie labbra non c’è inganno.

Venga da te la mia sentenza, *
     i tuoi occhi vedano la giustizia.
Saggia il mio cuore, scrutalo nella notte, *
     provami al fuoco, non troverai malizia.

La mia bocca non si è resa colpevole, *
     secondo l’agire degli uomini;
seguendo la parola delle tue labbra, *
     ho evitato i sentieri del violento.

Sulle tue vie tieni saldi i miei passi *
     e i miei piedi non vacilleranno.

Io ti invoco, mio Dio: *
     dammi risposta;
porgi l’orecchio, *
     ascolta la mia voce,

mostrami i prodigi del tuo amore: *
     tu che salvi dai nemici chi si affida alla tua destra.

Custodiscimi come pupilla degli occhi, *
     proteggimi all’ombra delle tue ali,
di fronte agli empi che mi opprimono, *
     ai nemici che mi accerchiano.

Gloria.

Ant. 2   Sulle tue vie, Signore, *
             tieni saldi i miei passi.

II (9b-15)

Ant. 3   Per la giustizia, Signore, *
             contemplerò il tuo volto.

Essi hanno chiuso il loro cuore, *
     le loro bocche parlano con arroganza.
Eccoli, avanzano, mi circondano, *
     puntano gli occhi per abbattermi;

simili a un leone che brama la preda, *
     a un leoncello che si apposta in agguato.

Sorgi, Signore, affrontalo, abbattilo; *
     con la tua spada scampami dagli empi,
con la tua mano, Signore, dal regno dei morti *
     che non hanno più parte in questa vita.

Sazia pure dei tuoi beni il loro ventre, †
     se ne sazino anche i figli *
     e ne avanzi per i loro bambini.

Ma io per la giustizia contemplerò il tuo volto, *
     al risveglio mi sazierò della tua presenza.

Gloria.

Ant. 3   Per la giustizia, Signore, *
             contemplerò il tuo volto.

Alle altre Ore salmodia complementare.
LETTURA BREVE

Eb 13, 12-14

Fratelli, Gesù, per santificare il popolo con il proprio sangue, patì fuori della porta della città. Usciamo dunque verso di lui fuori dall’accampamento, portando il suo obbrobrio, perché non abbiamo quaggiù una città stabile, ma andiamo in cerca di quella futura.

R   Non hai gradito né olocausti
           né sacrifici per il peccato.
      Non hai gradito né olocausti
           né sacrifici per il peccato, *
           allora io ho detto: «Ecco io vengo».

V   Per fare, o Dio, la tua volontà.
      Ecco io vengo.
      Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito santo.
      Non hai gradito né olocausti
           né sacrifici per il peccato, *
           allora io ho detto: «Ecco io vengo».

ORAZIONE

Tu che dall’alto della croce attiri gli uomini tutti,
tocca e commuovi i cuori
con la grazia del tuo sacrificio;
così custodiremo senza compromessi
la parola che salva
e vivremo per sempre nella piena comunione
con te, nostro Signore e nostro Dio,
che vivi e regni nei secoli dei secoli.

CONCLUSIONE

V   Benediciamo il Signore.

R   Rendiamo grazie a Dio.



©