MERCOLEDI DELLA XI SETTIMANA DEL TEMPO PER ANNUM
LODI MATTUTINE

V   O Dio, vieni a salvarmi.
R   Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria.

Alleluia.

Cantico di Zaccaria
Lc 1, 68-79
Il Messia e il suo precursore

O Sole vero, irràdiati! (S. Ambrogio).

Ant.   Ha giurato ad Abramo nostro padre
          di donarsi a noi: *
          così ci ha visitato il Signore benedetto.

Benedetto il Signore Dio d’Israele, *
     perché ha visitato e redento il suo popolo,

e ha suscitato per noi una salvezza potente *
     nella casa di Davide, suo servo,

come aveva promesso *
     per bocca dei suoi santi profeti d’un tempo:

salvezza dai nostri nemici, *
     e dalle mani di quanti ci odiano.

Così egli ha concesso misericordia ai nostri padri *
     e si è ricordato della sua santa alleanza,

del giuramento fatto ad Abramo, nostro padre, *
     di concederci, liberàti dalle mani dei nemici,

di servirlo senza timore, in santità e giustizia *
     al suo cospetto, per tutti i nostri giorni.

E tu, bambino, sarai chiamato profeta dell’Altissimo *
     perché andrai innanzi al Signore
          a preparargli le strade,

per dare al suo popolo la conoscenza della salvezza *
     nella remissione dei suoi peccati,

grazie alla bontà misericordiosa del nostro Dio, *
     per cui verrà a visitarci dall’alto un sole che sorge,

per rischiarare quelli che stanno nelle tenebre *
     e nell’ombra della morte
e dirigere i nostri passi *
     sulla via della pace.

Gloria.

Ant.   Ha giurato ad Abramo nostro padre
          di donarsi a noi: *
          così ci ha visitato il Signore benedetto.

Kyrie eleison, Kyrie eleison, Kyrie eleison.
PRIMA ORAZIONE

Preghiamo

(Pausa di preghiera silenziosa)

Noi adoriamo ed esaltiamo, o Dio immenso,
il tuo nome ineffabile
e con tutto il cuore imploriamo:
accogli la lode mattutina delle tue creature
e accompagnaci in questo giorno con amore paterno.
Per Gesù Cristo, tuo Figlio, nostro Signore e nostro Dio,
che vive e regna con te, nell’unità dello Spirito santo,
per tutti i secoli dei secoli.

SALMODIA

Cantico Is 33, 13-16

Dio giudicherà con giustizia

Per voi è la promessa, per i vostri figli e per tutti quelli che sono lontani (At 2, 39).

Ant. 1   Chi cammina nella giustizia *
             abiterà nei cieli.

«Sentiranno i lontani quanto ho fatto, *
     sapranno i vicini qual è la mia forza».

Hanno paura in Sion i peccatori, *
     lo spavento si è impadronito degli empi.
«Chi di noi può abitare presso un fuoco divorante? *
     Chi di noi può abitare tra fiamme perenni?».

Chi cammina nella giustizia *
     ed è leale nel parlare,
chi rigetta un guadagno frutto di angherie, *
     scuote le mani per non accettare regali,

si tura gli orecchi per non udire fatti di sangue, *
     chiude gli occhi per non vedere il male:

costui abiterà in alto, †
     fortezze sulle rocce saranno il suo rifugio, *
     gli sarà dato il pane, avrà l’acqua assicurata.

Gloria.

Ant. 1   Chi cammina nella giustizia *
             abiterà nei cieli.

SALMI LAUDATIVI

Il trionfo del Signore

Verrà nella gloria del Padre suo con gli angeli santi (Mc 8, 38).

Ant. 2   Acclamate davanti al re, il Signore.

Sal 97

Cantate al Signore un canto nuovo, *
     perché ha compiuto prodigi.

Gli ha dato vittoria la sua destra *
     e il suo braccio santo.
Il Signore ha manifestato la sua salvezza, *
     agli occhi dei popoli ha rivelato la sua giustizia.

Egli si è ricordato del suo amore, *
     della sua fedeltà alla casa di Israele.
Tutti i confini della terra hanno veduto *
     la salvezza del nostro Dio.

Acclami al Signore tutta la terra, *
     gridate, esultate con canti di gioia.

Cantate inni al Signore con l’arpa, *
     con l’arpa e con suono melodioso;
con la tromba e al suono del corno *
     acclamate davanti al re, il Signore.

Frema il mare e quanto racchiude, *
     il mondo e i suoi abitanti.

I fiumi battano le mani, *
     esultino insieme le montagne
davanti al Signore che viene, *
     che viene a giudicare la terra.

Giudicherà il mondo con giustizia *
     e i popoli con rettitudine.

Invito universale alla lode di Dio

Sal 116

Lodate il Signore, popoli tutti, *
     voi tutte, nazioni, dategli gloria;

perché forte è il suo amore per noi *
     e la fedeltà del Signore dura in eterno.

Gloria.

Ant. 2   Acclamate davanti al re, il Signore.

Salmo diretto

Preghiera a Dio nell’afflizione

Sia benedetto Dio, il quale ci consola in ogni tribolazione (2 Cor 1, 3. 4).

Salmo 85, 1-10

Signore, tendi l’orecchio, rispondimi, *
     perché io sono povero e infelice.
Custodiscimi perché sono fedele; *
     tu, Dio mio, salva il tuo servo, che in te spera.

Pietà di me, Signore, *
     a te grido tutto il giorno.
Rallegra la vita del tuo servo, *
     perché a te, Signore, innalzo l’anima mia.

Tu sei buono, Signore, e perdoni, *
     sei pieno di misericordia con chi ti invoca.
Porgi l’orecchio, Signore, alla mia preghiera *
     e sii attento alla voce della mia supplica.

Nel giorno dell’angoscia alzo a te il mio grido *
     e tu mi esaudirai.

Fra gli dèi nessuno è come te, Signore, *
     e non c’è nulla che uguagli le tue opere.

Tutti i popoli che hai creato verranno †
     e si prostreranno davanti a te, o Signore, *
     per dare gloria al tuo nome;

grande tu sei e compi meraviglie: *
     tu solo sei Dio.

Gloria.

SECONDA ORAZIONE

Dio di bontà,
tu hai esaudito per la sua filiale obbedienza
Gesù, pontefice sommo,
che a te alzava il suo grido nel giorno dell’angoscia,
e gli hai concesso vittoria sulla morte;
a noi, che già abbiamo fatto la gioiosa esperienza
della tua pietà senza confini,
dona di perseverare nell’amore del tuo nome.
Per Cristo nostro Signore.

INNO

O Dio che il cielo splendente hai creato,
ai giorni donando il fulgore del sole
e il mite chiarore lunare alle notti,
ascolta la preghiera del mattino.

Ormai dal mondo fugge la tenebra,
rinasce ancora la luce,
ritorna limpida e pronta la mente,
la gioia dell'agire si ridesta.

L'ora è più lieta, il cuore più sereno,
l'aria è più dolce e chiara;
tutto con voce nuova ammonisce
che è tempo di cantare le tue lodi.

Salvaci dall'insidia,
dalla tristezza del male preservaci;
non esca parola malvagia,
l'iniquità non deturpi la vita.

Odi, Padre celeste, la supplica
e per Gesù Cristo esaudisci;
egli regna con te e con lo Spirito
negli infiniti secoli.   Amen.

ACCLAMAZIONI A CRISTO SIGNORE

Cfr. Rm 3, 24; 8, 29; 10, 9; Gal 3, 14. 29; 1 Cor 5, 7

Eleviamo la nostra implorazione a Gesù,
fonte della vita, della libertà, della speranza.

Figlio di Dio, primogenito tra molti fratelli,
Kyrie eleison.
     Kyrie eleison.

Tu, che hai esteso la benedizione di Abramo
a tutte le genti,
Kyrie eleison.
     Kyrie eleison.

Tu, che ci rendi in te una cosa sola
e ci fai eredi dell’antica promessa,
Kyrie eleison.
     Kyrie eleison.

Cristo, nostra Pasqua, immolato per noi,
Kyrie eleison.
     Kyrie eleison.

Tu, che ci hai giustificati gratuitamente
in virtù della tua redenzione,
Kyrie eleison.
     Kyrie eleison.

Tu, che sei risuscitato dai morti e sei Signore,
Kyrie eleison.
     Kyrie eleison.

Padre nostro.

CONCLUSIONE

La conclusione delle Lodi può essere fatta in due modi:
A) Se la celebrazione è presieduta da un sacerdote o da un diacono, la conclusione si fa col saluto e con la benedizione in questo modo:

V   Il Signore sia con voi.
R   E con il tuo spirito.
      Kyrie eleison, Kyrie eleison, Kyrie eleison. 

V   Vi benedica Dio onnipotente, Padre e Figlio e Spirito santo.
R   Amen. 

Si possono anche usare le forme di benedizione più solenni come è detto nel Messale.
Se si congeda l’assemblea, si aggiunge l’invito: 

V   Andiamo in pace.
R   Nel nome di Cristo. 


B) Nella celebrazione individuale o quando non presiede un sacerdote o un diacono, si conclude con la formula seguente:

V   Il Signore ci benedica e ci esaudisca.
R   Amen. 

oppure:
V   La santa Trinità ci salvi e ci benedica.
R   Amen.



©