Salvaci, Iahvè, nostro Dio:
raccoglici nel tuo nome.

1. Il deserto era arso e infuocato,
vagavano dispersi sotto il sole.
Invocarono da Dio l’aiuto,
lontano apparve loro la vita.

2. Eran stretti da catene di morte,
erravano in prigioni senza luce;
innalzarono a Dio il lamento:
tornò la libertà e la pace.

3. Venne un turbine improvviso sul mare,
salivano le grida angosciate:
li condusse verso un porto sicuro
e in cielo riapparve il sereno.

4. Dio trasforma il suolo arido in giardino,
la steppa in un paese di sorgenti.
Anche l’anima che è stanca, assetata,
fiorisce e ritrova la vita.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment