Venite, adoriamo il Cristo Salvatore.

1. Allietati, figlia di Sion,
rallegrati a gran gioia, figlia di Gerusalemme!
Presto verrà il tuo Signore, e sorgerà una luce immensa;
e i monti stilleranno dolcezza, perché a noi verrà il grande profeta,
ed egli rinnoverà Gerusalemme.

2. Presto verrà Dio fra i suoi:
un uomo della casa di David salirà sul suo trono.
Voi lo vedrete e traboccheranno di letizia i vostri cuori.

come la 2^ strofa:

3. Presto verrà Dio Signore,
il nostro scudo, il Santo d’Israele,
e la corona del regno sarà sul suo capo.
Estenderà il suo dominio dall’uno all’altro mare
e dal gran fiume fino agli ultimi confini della terra.

come la 1^ strofa:

4. Scenderà Dio Signore come rugiada sul vello,
ai giorni suoi trionferà giustizia con pace infinita.
E correranno ad adorarlo tutti i re della terra,
tutte le genti serviranno a lui solo.

come la 1^ strofa:

5. Da te, Betlemme, città del sommo Dio,
da te uscirà per Israele il dominatore.
Egli scaturisce dall’eterno Dio
e apparirà nel mezzo della terra.
La sua venuta instaurerà tra noi per sempre la pace.

 

Nei singoli giorni si aggiunge:
16 dicembre (come la 1^ strofa)

Ecco sta per venire lo sposo, il re d’Israele,
busserà e chiederà di aprirgli la porta.
È giunto ormai il tempo delle nozze,
il giorno della sua gioia e della sua felicità.
Pronta è la regina, amabile come l’aurora,
bella come la luna e splendente come il sole.

 

17 dicembre (come la 2^ strofa)

Viene la Sapienza, il creatore dell’universo,
e cerca il luogo del suo riposo.
Prenderà in eredità Israele
e pianterà in Giacobbe la sua tenda con letizia.

 

18 dicembre (come la 1^ strofa)

Presto apparirà la nostra guida,
il pastore d’Israele;
verrà e libererà il suo popolo,
lo condurrà verso una terra fertile e spaziosa
dove scorre latte e miele.

 

19 dicembre (come la 1^ strofa)

Un nuovo germoglio spunterà dal tronco di Iesse
e lo Spirito del Signore verrà su di lui.
Stenderà la sua mano
e radunerà i dispersi d’Israele.
Vedranno la sua pace
i popoli del mondo e come a stella guarderanno.

 

20 dicembre (come la 2^ strofa)

Manderà il Signore il suo servo
e a lui darà il suo potere.
Gli consegnerà le chiavi della casa di Davide
e sarà con Giuda come un Padre per i figli.

 

21 dicembre (come la 1^ strofa)

Mostrerà Dio a Gerusalemme
il suo amore e il suo splendore,
e da oriente ritornerà a Sion la sua gioia.
I popoli godranno della sua splendida aurora
e finiranno tutti i giorni del dolore.

 

22 dicembre (come la 2^ strofa)

Metterà il Signore sul monte Sion
una pietra preziosa, un fondamento sicuro.
Farà trionfare il diritto e la giustizia
e annullerà in quel giorno ogni patto con la morte.

 

23 dicembre (come la 1^ strofa)

In quel giorno manderà il Signore stesso
un segno dal cielo
e una vergine darà alla luce un figlio.
Sarà chiamato Dio con noi,
si nutrirà di panna e miele
e governerà con giustizia tutti i popoli del mondo.

 

24 dicembre (come la 2^ strofa)

Domani verrà distrutta l’iniquità della terra
e inizierà il suo regno fra noi il Salvatore del mondo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment