O Dio, tu che sei buono e grande nell’amore,
rivolgi il tuo sguardo su di me,
in questo momento di debolezza e di malattia.
Donami la pazienza di sopportare il mio dolore,
la forza di unirlo alle sofferenze di Gesù,
per offrirlo a te,
come il regalo più grande che ti possa fare,
a favore di chi non crede, di chi non prega
o di chi soffre più di me…
Nella malattia ho sperimentato la mia debolezza,
Signore:
sii tu la mia forza, la rupe di salvezza,
il mio liberatore.
Fa’ che nella stessa malattia
sperimenti la tua vicinanza,
la tua consolazione dolcissima:
liberami dalle mie paure,
fammi capire che nessuno, in questo momento,
mi è così vicino come te;
e, se è secondo la tua volontà,
ridonami la salute perduta
perché ti lodi e ti ringrazi
per tutti i giorni della mia vita. Amen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment