XXIX DOMENICA DEL TEMPO PER ANNUM
SECONDI VESPRI

V    Il Signore sia con voi.
R    E con il tuo spirito.

Se non presiede un sacerdote o un diacono:

V    Signore, ascolta la nostra preghiera.
R    E il nostro grido giunga fino a te.

RITO DELLA LUCE

Cfr. Sal 17, 29 30a

      O viva fiamma della mia lucerna,
      o Dio, mia luce!
           Illumina, Signore, il mio cammino,
           sola speranza nella lunga notte.

V   Se l’animo vacilla o s’impaura,
      rinvigorisci e salva.
           Illumina, Signore, il mio cammino,
           sola speranza nella lunga notte.

      O viva fiamma della mia lucerna,
      o Dio, mia luce!
           Illumina, Signore, il mio cammino,
           sola speranza nella lunga notte.

INNO

O Dio dell’universo,
gli astri movendo in cielo,
il giorno rivesti di luce
e il sonno propizi alla notte.

Così il dolce riposo ci ristora
e ci riporta alla fatica usata,
solleva gli animi stanchi
e scioglie il peso triste degli affanni.

Poi che il lavoro diurno si placa
e scende il vespero oscuro,
grati dei tuoi favori
a te eleviamo l’inno della sera.

Te canti il profondo dell’essere,
te risonando celebri la voce,
il palpito casto dei cuori ti cerchi,
semplice e chiara la mente ti adori.

E quando nelle tenebre
sarà soffocata ogni luce,
non si estingua la fiamma della fede,
ma illumini la nostra notte.

Alacre, vigili sempre lo spirito
e sia la colpa a dormire:
freschezza di puri pensieri
mitighi al sonno l’inquieta vampa.

Ogni morboso senso dilegui,
appassionata l’anima ti sogni,
e l’incubo del nemico
non invidierà la nostra pace.

A Cristo e al Padre salga la preghiera,
salga allo Spirito del Padre e di Cristo:
unico Dio, Trinità beata,
del tuo amore riscalda chi ti implora.   Amen.

SALMODIA

Salmo 109, 1-5. 7

Il Messia, re e sacerdote

Bisogna che egli regni finché non abbia posto tutti i suoi nemici sotto i suoi piedi (1 Cor 15, 25).

Ant. 1   Così ha detto il Signore al mio Signore: *
             «Siedi alla mia destra».

Oracolo del Signore al mio Signore: *
     «Siedi alla mia destra,
finché io ponga i tuoi nemici *
     a sgabello dei tuoi piedi».

Lo scettro del tuo potere
          stende il Signore da Sion: *
     «Domina in mezzo ai tuoi nemici.

A te il principato nel giorno della tua potenza *
     tra santi splendori;
dal seno dell’aurora, *
     come rugiada, io ti ho generato».

Il Signore ha giurato e non si pente: *
     «Tu sei sacerdote per sempre
          al modo di Melchisedek».

Il Signore è alla tua destra, *
     annienterà i re nel giorno della sua ira.
Lungo il cammino si disseta al torrente *
     e solleva alta la testa.

Gloria.

Ant. 1   Così ha detto il Signore al mio Signore: *
             «Siedi alla mia destra».

Salmo 113 A

Meraviglie dell’esodo dall’Egitto

Quanti avete rinunziato al mondo del male, avete compiuto anche voi il vostro esodo (S. Agostino).

Ant. 2   Noi siamo il suo santuario, *
             il popolo d’Israele è il suo dominio.

Quando Israele uscì dall’Egitto, *
     la casa di Giacobbe da un popolo barbaro,
Giuda divenne il suo santuario, *
     Israele il suo dominio.

Il mare vide e si ritrasse, *
     il Giordano si volse indietro,
i monti saltellarono come arieti, *
     le colline come agnelli di un gregge.

Che hai tu, mare, per fuggire, *
     e tu, Giordano, perché torni indietro?
Perché voi monti saltellate come arieti *
     e voi colline come agnelli di un gregge?

Trema, o terra, davanti al Signore, *
     davanti al Dio di Giacobbe,
che muta la rupe in un lago, *
     la roccia in sorgenti d’acqua.

Gloria.

Ant. 2   Noi siamo il suo santuario, *
             il popolo d’Israele è il suo dominio.

PRIMA ORAZIONE

O Padre onnipotente,
unica viva fonte della Trinità beata,
tu dall’acqua e dallo Spirito
plasmasti il nuovo Israele
come nazione santa, sacerdozio regale,
popolo tuo per sempre;
dona di celebrarti con animo grato
a quanti misericordiosamente
hai chiamato allo splendore della tua luce.
Per Gesù Cristo, tuo Figlio, nostro Signore e nostro Dio,
che vive e regna con te, nell’unità dello Spirito santo,
per tutti i secoli dei secoli.

CANTICO DELLA BEATA VERGINE

Lc 1, 46-55

Esultanza dell'anima nel Signore

Sia in ciascuno l'anima di Maria a magnificare il Signore, sia in ciascuno lo spirito di Maria a esultare in Dio (S. Ambrogio).

Ant.   Aperti e coraggiosi testimoni di Cristo, *
          al mondo proclamiamo l’amore che ci salva.

L'anima mia magnifica il Signore *
     e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,

perché ha guardato l'umiltà  della sua serva. *
     D'ora in poi tutte le generazioni
          mi chiameranno beata. 

Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente *
     e Santo è il suo nome:

di generazione in generazione la sua misericordia *
     si stende su quelli che lo temono. 

Ha spiegato la potenza del suo braccio, *
     ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;

ha rovesciato i potenti dai troni, *
     ha innalzato gli umili; 

ha ricolmato di beni gli affamati, *
     ha rimandato i ricchi a mani vuote.

Ha soccorso Israele, suo servo, *
     ricordandosi della sua misericordia, 

come aveva promesso ai nostri padri, *
     ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre. 

Gloria. 

L'anima mia magnifica il Signore.

Ant.   Aperti e coraggiosi testimoni di Cristo, *
          al mondo proclamiamo l’amore che ci salva.

Kyrie eleison, Kyrie eleison, Kyrie eleison.

SECONDA ORAZIONE

Nella luce del vangelo che proclamiamo
e nella divina forza del sacramento,
tu rendi vivi e presenti in mezzo a noi, o Dio,
gli eventi che ci hanno portato a libertà;
rianima la nostra speranza,
accresci e rinnova l’amore
perché ci sia dato
di testimoniare più efficacemente nel mondo
il mistero di Cristo, tuo Figlio,
che vive e regna nei secoli dei secoli.

COMMEMORAZIONE DEL BATTESIMO

Cantico   Cfr. Ap 19, 1-7

Le nozze dell’Agnello

Il sacramento del battesimo è completo, se tu confessi il Padre, il Figlio e lo Spirito santo. se ne neghi uno, scalzi dalle fondamenta tutto il battesimo (S. Ambrogio).

Ant.   Lodate il nostro Dio,
          voi che siete rinati nel battesimo, *
          voi che lo temete, piccoli e grandi.

Salvezza, gloria e potenza sono del nostro Dio; *
     veri e giusti sono i suoi giudizi.

Lodate il nostro Dio, voi tutti suoi servi, *
     voi che lo temete, piccoli e grandi.

Ha preso possesso del suo regno il Signore, *
     il nostro Dio, l’Onnipotente.

Rallegriamoci ed esultiamo, *
     rendiamo a lui gloria,

perché sono giunte le nozze dell’Agnello; *
     la sua sposa è pronta.

Gloria.

Ant.   Lodate il nostro Dio,
          voi che siete rinati nel battesimo, *
          voi che lo temete, piccoli e grandi.

ORAZIONE

Concedi, o Dio, ai tuoi servi fedeli,
che cantano la tua gloria
e ti amano con cuore di figli,
di riconoscere gioiosi la ricchezza del loro battesimo
e di essere accolti un giorno
alle felici nozze dell’Agnello,
che vive e regna nei secoli dei secoli.

INTERCESSIONI

A Cristo, Agnello di Dio,
che per noi ha donato la vita,
adorando diciamo:

       Tuo è il regno e la gloria nei secoli.

Signore Gesù, che ai pastori della Chiesa
infondi lo spirito di fede e di amore,
     - concedi loro la grazia di saperti imitare.

Tu che hai lasciato il comando di amarci
e di essere in te una sola cosa:
     - fa’ che il desiderio del bene
       e la coerenza della vita
       favoriscano la riconciliazione tra gli uomini.

Tu guaristi gli infermi che confidarono in te:
     - consola e illumina chi vive nel dolore.

Noi ti preghiamo
per quelli che ti cercano con cuore sincero:
     - guidali sulla strada che conduce a te.

Tu prepari ai credenti
una dimora di gioia nel tuo regno:
     - accogli pietoso i tuoi servi,
       che muoiono vittime dell’odio e della violenza.

Consapevoli di essere diventati figli di Dio
per la risurrezione di Cristo,
così rivolgiamo al Padre la nostra orazione:

Padre nostro.

CONCLUSIONE

Per la conclusione dei Vespri si danno due casi:
A) Se la celebrazione è presieduta da un sacerdote o da un diacono, la conclusione si fa col saluto e con la benedizione in questo modo:

V   Il Signore sia con voi.
R   E con il tuo spirito.
      Kyrie eleison, Kyrie eleison, Kyrie eleison. 

V   Vi benedica Dio onnipotente, Padre e Figlio e Spirito santo.
R   Amen. 

Si possono anche usare le forme di benedizione più solenni come è detto nel Messale.
Se si congeda l’assemblea, si aggiunge l’invito: 

V   Andiamo in pace.
R   Nel nome di Cristo.

B) Nella celebrazione individuale o quando non presiede un sacerdote o un diacono, si conclude con la formula seguente:

V   Il Signore ci benedica e ci custodisca.
R   Amen. 

oppure:
V   La santa Trinità ci salvi e ci benedica.
R   Amen.