LUNEDI DELLA XXIX SETTIMANA DEL TEMPO PER ANNUM
VESPRI

V    Il Signore sia con voi.
R    E con il tuo spirito.

Se non presiede un sacerdote o un diacono:

V    Signore, ascolta la nostra preghiera.
R    E il nostro grido giunga fino a te.

RITO DELLA LUCE

Cfr. Sal 26, 1

      O luce agli occhi miei, dolce Signore,
      difesa dei miei giorni.
           Come di un manto il Signore mi avvolge
           col suo fulgore e mi salva.

V   Non mi impaura la notte più fonda
      né la difficile strada.
           Come di un manto il Signore mi avvolge
           col suo fulgore e mi salva.

      O luce agli occhi miei, dolce Signore,
      difesa dei miei giorni.
           Come di un manto il Signore mi avvolge
           col suo fulgore e mi salva.

INNO

A te, Sole degli angeli,
l'anima nostra anela;
te, levando lo sguardo nella sera,
cerca, contempla e adora.

Se la tua voce chiama
gli astri nel cielo accorrono;
per te la vita palpita,
l'uomo di te respira.

Fa' che i tuoi servi restino
sobri negli agi, forti
nelle vicende avverse,
integri al soffio del male.

Tu solo sazi, o Dio, la nostra fame,
in te la sete del cuore si estingue,
tu sei la fonte della vera gioia,
tu nella notte sei l'unica luce.

O mite Signore, perdona le colpe,
infondi l'amore operoso del bene,
la tua bontà che colma ogni mancanza,
ci doni tempi quieti.

Tu, candida pace, discendi
e compi i nostri voti;
rimosso ogni pericolo,
custodisci i tuoi servi.

Noi ti imploriamo, o Padre,
che eternamente regni
con il Figlio e lo Spirito,
unico Dio nei secoli.   Amen.

SALMODIA

Salmo 10

Nel Signore è la fiducia del giusto

Beati coloro che hanno fame e sete di giustizia perché saranno saziati (Mt 5, 6).

Ant. 1   Giusto è il Signore *
             e ama la giustizia.

Nel Signore mi sono rifugiato; come potete dirmi: *
     «Fuggi come un passero verso il monte»?

Ecco, gli empi tendono l’arco, †
     aggiustano la freccia sulla corda *
     per colpire nel buio i retti di cuore.

Quando sono scosse le fondamenta, *
     il giusto che cosa può fare?

Ma il Signore nel tempio santo, *
     il Signore ha il trono nei cieli.

I suoi occhi sono aperti sul mondo, *
     le sue pupille scrutano ogni uomo.
Il Signore scruta giusti ed empi, *
     egli odia chi ama la violenza.

Farà piovere sugli empi brace, fuoco e zolfo, *
     vento bruciante toccherà loro in sorte.

Giusto è il Signore, ama le cose giuste; *
     gli uomini retti vedranno il suo volto.

Gloria.

Ant. 1   Giusto è il Signore *
             e ama la giustizia.

Salmo 14

Chi è degno di stare davanti al Signore?

Voi vi siete accostati al monte di Sion, alla città del Dio vivente (Eb 12, 22).

Ant. 2   Chi cammina senza colpa *
             abiterà nella tua dimora.

Signore, chi abiterà nella tua tenda? *
     Chi dimorerà sul tuo santo monte?
Colui che cammina senza colpa, *
     agisce con giustizia e parla lealmente,

chi non dice calunnia con la sua lingua, †
     non fa danno al suo prossimo *
     e non lancia insulto al suo vicino.

Ai suoi occhi è spregevole il malvagio, *
     ma onora chi teme il Signore.

Anche se giura a suo danno, non cambia; †
     se presta denaro non fa usura, *
     e non accetta doni contro l’innocente.

Colui che agisce in questo modo *
     resterà saldo per sempre.

Gloria.

Ant. 2   Chi cammina senza colpa *
             abiterà nella tua dimora.

PRIMA ORAZIONE

Signore Gesù Cristo,
che hai voluto condividere la nostra vita
e, ritornato al Padre,
hai aperto agli uomini l’eterna dimora,
fa’ che, camminando senza colpa
sul sentiero dei tuoi precetti,
veniamo ad abitare per sempre sul tuo monte santo.
Tu che sei Dio, e vivi e regni con il Padre,
nell’unità dello Spirito santo,
per tutti i secoli dei secoli.

CANTICO DELLA BEATA VERGINE

Lc 1, 46-55

Esultanza dell'anima nel Signore

Sia in ciascuno l'anima di Maria a magnificare il Signore, sia in ciascuno lo spirito di Maria a esultare in Dio (S. Ambrogio).

Ant.   Magnifica il Signore Dio l’anima mia.

L'anima mia magnifica il Signore *
     e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,

perché ha guardato l'umiltà  della sua serva. *
     D'ora in poi tutte le generazioni
          mi chiameranno beata. 

Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente *
     e Santo è il suo nome:

di generazione in generazione la sua misericordia *
     si stende su quelli che lo temono. 

Ha spiegato la potenza del suo braccio, *
     ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;

ha rovesciato i potenti dai troni, *
     ha innalzato gli umili; 

ha ricolmato di beni gli affamati, *
     ha rimandato i ricchi a mani vuote.

Ha soccorso Israele, suo servo, *
     ricordandosi della sua misericordia, 

come aveva promesso ai nostri padri, *
     ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre. 

Gloria. 

L'anima mia magnifica il Signore.

Ant.   Magnifica il Signore Dio l’anima mia.

Kyrie eleison, Kyrie eleison, Kyrie eleison.

SECONDA ORAZIONE

Nell’umiltà supplichiamo la tua clemenza,
o Dio eterno e vivo:
il nuovo giorno accolga lieti i tuoi servi,
che ti invocano implorando nella sera.
Per Cristo nostro Signore.

COMMEMORAZIONE DEL BATTESIMO

Lo Spirito santo lava via il fetidume con la corrente dell’acqua che salva, e solleva le abitudini delle nostre membra all’altezza della disciplina celeste (S. Ambrogio).

R   Con acqua pura, o Cristo, ci hai lavati
      con parole di vita ci hai nutriti.
           Pastore eterno e grande,
           Salvatore del mondo!

V   È mutata la sorte della stirpe di Adamo,
      il cielo si è dischiuso, la vita eterna è data!
           Pastore eterno e grande,
           Salvatore del mondo!

ORAZIONE

O Dio, che moltiplichi il popolo dei credenti
con larga effusione di grazia,
guarda benevolo ai figli che ti sei prescelto
e serba per il regno eterno
quanti nel battesimo rinascono a nuova vita.
Per Cristo nostro Signore.

INTERCESSIONI

Concludiamo la preghiera vespertina,
rendendo grazie al Padre che non si stanca di amarci,
e a cuore aperto imploriamo:

       Salva, Signore, il tuo popolo.

Ricordati della tua Chiesa:
     - custodiscila da ogni male
       e rendila perfetta nel tuo amore.

Raduna in unità
tutti coloro che si onorano del nome cristiano,
     - perché il mondo creda nel Salvatore
       che tu hai mandato.

Benedici i parenti, i benefattori, gli amici
e tutti coloro che condividono con noi
il lavoro e la vita:
     - effondi su tutti la carità di Cristo.

Sii vicino agli agonizzanti:
     - i loro occhi vedano la tua salvezza.

Abbi pietà di chi oggi è defunto,
     - e dona a tutti la pace.

 A Dio, sorgente e premio di ogni giustizia,
fiduciosi diciamo:

Padre nostro.

CONCLUSIONE

Per la conclusione dei Vespri si danno due casi:
A) Se la celebrazione è presieduta da un sacerdote o da un diacono, la conclusione si fa col saluto e con la benedizione in questo modo:

V   Il Signore sia con voi.
R   E con il tuo spirito.
      Kyrie eleison, Kyrie eleison, Kyrie eleison. 

V   Vi benedica Dio onnipotente, Padre e Figlio e Spirito santo.
R   Amen. 

Si possono anche usare le forme di benedizione più solenni come è detto nel Messale.
Se si congeda l’assemblea, si aggiunge l’invito: 

V   Andiamo in pace.
R   Nel nome di Cristo.

B) Nella celebrazione individuale o quando non presiede un sacerdote o un diacono, si conclude con la formula seguente:

V   Il Signore ci benedica e ci custodisca.
R   Amen. 

oppure:
V   La santa Trinità ci salvi e ci benedica.
R   Amen.



©