VENERDI DELLA VI SETTIMANA DEL TEMPO PER ANNUM
ORA MEDIA - terza
(ora terza da recitare verso le ore 9)

V   O Dio, vieni a salvarmi.
R   Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria.

Alleluia.

INNO

Tu che invocato ti effondi,
con il Padre e col Figlio unico Dio,
o Spirito, discendi
senza indugio nei cuori.

Gli affetti, i pensieri, la voce
cantino la tua lode;
la tua fiamma divampi
e gli uomini accenda d’amore.

Ascoltaci, Padre pietoso,
per Gesù Cristo Signore,
che nello Spirito santo
vive e governa nei secoli.   Amen.

SALMODIA

Salmo 118, 73-80 X (Iod)

Meditazione della legge di Dio

Il cuore è un’opera grande del Signore, tanto che è capace di accogliere il Verbo dalle regioni celesti (S. Ambrogio).

Ant. 1   Dio che mi hai plasmato, *
             serba puro il mio cuore.

Le tue mani mi hanno fatto e plasmato;
     fammi capire e imparerò i tuoi comandi.
I tuoi fedeli al vedermi avranno gioia, *
     perché ho sperato nella tua parola.

Signore, so che giusti sono i tuoi giudizi *
     e con ragione mi hai umiliato.
Mi consoli la tua grazia, *
     secondo la tua promessa al tuo servo.

Venga su di me la tua misericordia e avrò la vita, *
     poiché la tua legge è la mia gioia.
Siano confusi i superbi che a torto mi opprimono; *
     io mediterò la tua legge.

Si volgano a me i tuoi fedeli *
     e quelli che conoscono i tuoi insegnamenti.
Sia integro il mio cuore nei tuoi precetti, *
     perché non resti confuso.

Gloria.

Ant. 1   Dio che mi hai plasmato, *
             serba puro il mio cuore.

Salmo 58, 2-5. 10-11. 17-18

Domanda di protezione dagli aggressori

Il salmo riecheggia la preghiera piena di amore rivolta da Gesù al Padre (Eusebio di Cesarea).

Ant. 2   Dagli aggressori proteggimi, o Dio.

Liberami dai nemici, mio Dio, *
     proteggimi dagli aggressori.
Liberami da chi fa il male, *
     salvami da chi sparge sangue.

Ecco, insidiano la mia vita, *
     contro di me si avventano i potenti.

Signore, non c’è colpa in me, non c’è peccato; †
     senza mia colpa accorrono e si appostano. *
     Svégliati, vienimi incontro e guarda.

A te, mia forza, io mi rivolgo: *
     sei tu, o Dio, la mia difesa.
La grazia del mio Dio mi viene in aiuto, *
     Dio mi farà sfidare i miei nemici.

Ma io canterò la tua potenza, †
     al mattino esalterò la tua grazia
          perché sei stato mia difesa, *
     mio rifugio nel giorno del pericolo.

O mia forza, a te voglio cantare, †
     poiché tu sei, o Dio, la mia difesa, *
     mio Dio, tu sei la mia misericordia.

Gloria.

Ant. 2   Dagli aggressori proteggimi, o Dio.

Salmo 59

Preghiera dopo la sventura

«Avrete tribolazioni nel mondo, ma abbiate fiducia: io ho vinto il mondo» (Gv 16, 33).

Ant. 3   Nell’oppressione *
             vieni, Signore, in nostro aiuto.

Dio tu ci hai respinti, ci hai dispersi; *
     ti sei sdegnato: ritorna a noi.

Hai scosso la terra, l’hai squarciata, *
     risana le sue fratture, poiché sta crollando.
Hai inflitto al tuo popolo dure prove, *
     ci hai fatto bere vino da vertigini.

Hai dato un segnale ai tuoi fedeli *
     perché fuggissero lontano dagli archi

Perché i tuoi amici siano liberati, *
     salvaci con la destra e a noi rispondi.

Dio ha parlato nel suo tempio: †
     «Esulto e divido Sichem, *
     misuro la valle di Succot.

Mio è Gàlaad, mio è Manasse, †
     Efraim è la difesa del mio capo, *
     Giuda lo scettro del mio comando.

Moab è il bacino per lavarmi, †
     sull’Idumea getterò i miei sandali, *
     sulla Filistea canterò vittoria».

Chi mi condurrà alla città fortificata, *
     chi potrà guidarmi fino all’Idumea?
Non forse tu, o Dio, che ci hai respinti, *
     e più non esci, o Dio, con le nostre schiere?

Nell’oppressione vieni in nostro aiuto *
     perché vana è la salvezza dell’uomo.
Con Dio noi faremo prodigi: *
     egli calpesterà i nostri nemici.

Gloria.

Ant. 3   Nell’oppressione *
             vieni, Signore, in nostro aiuto.

Alle altre Ore salmodia complementare.
LETTURA BREVE

1 Gv 4, 12-13

Carissimi, nessuno mai ha visto Dio; se ci amiamo gli uni gli altri, Dio rimane in noi e l’amore di lui è perfetto in noi. Da questo si conosce che noi rimaniamo in lui ed egli in noi: egli ci ha fatto dono del suo Spirito.

R   Amate il Signore, voi tutti suoi santi.
      Amate il Signore, voi tutti suoi santi *
           voi tutti che sperate nel Signore.

V   Siate forti, riprendete coraggio.
      Voi tutti che sperate nel Signore.
      Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito santo.
      Amate il Signore, voi tutti suoi santi *
           voi tutti che sperate nel Signore.

ORAZIONE

Redenti dalla schiavitù del male,
i tuoi figli, o Dio, cantino ogni giorno
la lieta libertà della Pasqua;
e, poiché lo Spirito li ha rinnovati
nelle opere e nella vita,
con fiducioso desiderio attendano Cristo,
giudice, premio, Signore,
che vive e regna nei secoli dei secoli.

CONCLUSIONE

V   Benediciamo il Signore.

R   Rendiamo grazie a Dio.



©