BEATO CONTARDO FERRINI
ORA MEDIA - sesta
(ora sesta da recitare verso le ore 12)

V   O Dio, vieni a salvarmi.
R   Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria.

Alleluia.

INNO

O Dio glorioso, altissimo sovrano,
che i tempi diversi alternando,
orni di dolce chiarità il mattino
e l’infocato meriggio avvampi,

placa la furia delle discordie,
spegni il funesto ardore dell’odio,
dona alle membra sanità e vigore,
agli animi dona la pace.

Ascoltaci, Padre pietoso,
per Gesù Cristo Signore,
che nello Spirito santo
vive e governa nei secoli.   Amen.

SALMODIA

Salmo 118, 145-152 XIX (Cof)

Meditazione della legge di Dio

L’anima che medita Cristo è sempre nella luce: Cristo irraggia su di te la luce del giorno (S. Ambrogio).

Ant. 1   Io ti chiamo, Signore, salvami; *
             spero nella tua parola.

T’invoco con tutto il cuore, Signore, rispondimi; *
     custodirò i tuoi precetti.
Io ti chiamo, salvami, *
     e seguirò i tuoi insegnamenti.

Precedo l’aurora e grido aiuto, *
     spero sulla tua parola.
I miei occhi prevengono le veglie della notte *
     per meditare sulle tue promesse.

Ascolta la mia voce, secondo la tua grazia; *
     Signore, fammi vivere secondo il tuo giudizio.
A tradimento mi assediano i miei persecutori, *
     sono lontani dalla tua legge.

Ma tu, Signore, sei vicino, *
     tutti i tuoi precetti sono veri.
Da tempo conosco le tue testimonianze *
     che hai stabilite per sempre.

Gloria.

Ant. 1   Io ti chiamo, Signore, salvami; *
             spero nella tua parola.

I (1-11)

Salmo 93

Dio rende giustizia ai santi

Il Signore è vindice di tutte queste cose: Dio non ci ha chiamati all’impurità, ma alla santificazione (1 Ts 4, 6b-7).

Ant. 2   Il Signore conosce i pensieri dell’uomo *
             e sa che sono vani.

Dio che fai giustizia, o Signore, *
     Dio che fai giustizia: mostrati!
Alzati, giudice della terra, *
     rendi la ricompensa ai superbi.

Fino a quando gli empi, Signore, *
     fino a quando gli empi trionferanno?
Sparleranno, diranno insolenze, *
     si vanteranno tutti i malfattori?

Calpestano il tuo popolo, *
     opprimono la tua eredità, Signore.
Uccidono la vedova e il forestiero, *
     danno la morte agli orfani.

Dicono: «Il Signore non vede, *
     il Dio di Giacobbe non se ne cura».

Comprendete, insensati tra il popolo, *
     stolti, quando diventerete saggi?
Chi ha formato l’orecchio, forse non sente? *
     Chi ha plasmato l’occhio, forse non guarda?

Chi regge i popoli forse non castiga, *
     lui che insegna all’uomo il sapere?
Il Signore conosce i pensieri dell’uomo: *
     non sono che un soffio.

Gloria.

Ant. 2   Il Signore conosce i pensieri dell’uomo *
             e sa che sono vani.

II (12-23)

Ant. 3   Beato l’uomo che tu istruisci, Signore, *
             e che ammaestri nella tua legge.

Beato l’uomo che tu istruisci, Signore, *
     e che ammaestri nella tua legge,
per dargli riposo nei giorni di sventura, *
     finché all’empio sia scavata la fossa.

Perché il Signore non respinge il suo popolo, *
     la sua eredità non la può abbandonare,
ma il suo giudizio si volgerà a giustizia, *
     la seguiranno tutti i retti di cuore.

Chi sorgerà per me contro i malvagi? *
     Chi starà con me contro i malfattori?
Se il Signore non fosse il mio aiuto, *
     in breve io abiterei nel regno del silenzio.

Quando dicevo: «Il mio piede vacilla», *
     la tua grazia, Signore, mi ha sostenuto.
Quand’ero oppresso dall’angoscia, *
     il tuo conforto mi ha consolato.

Può essere tuo alleato un tribunale iniquo, *
     che fa angherie contro la legge?

Si avventano contro la vita del giusto, *
     e condannano il sangue innocente.
Ma il Signore è la mia difesa, *
     roccia del mio rifugio è il mio Dio;

egli ritorcerà contro di essi la loro malizia, †
     per la loro perfidia li farà perire, *
     li farà perire il Signore, nostro Dio.

Gloria.

Ant. 3   Beato l’uomo che tu istruisci, Signore, *
             e che ammaestri nella tua legge.

Alle altre Ore salmodia complementare.
LETTURA BREVE

Dt 4, 29. 31

Cercherai il Signore tuo Dio e lo troverai, se lo cercherai con tutto il cuore e con tutta l’anima, poiché il Signore Dio tuo è un Dio misericordioso; non ti abbandonerà e non ti distruggerà, non dimenticherà l’alleanza che ha giurata ai tuoi padri.

R   Signore, Dio di pietà, compassionevole.
      Signore, Dio di pietà, compassionevole, *
           volgiti a me e abbi misericordia.

V   Lento all’ira, pieno d’amore, Dio fedele.
      Volgiti a me e abbi misericordia.
      Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito santo.
      Signore, Dio di pietà, compassionevole, *
           volgiti a me e abbi misericordia.

ORAZIONE

Dio, che mondi il cuore di quanti si accusano a te
e sciogli da ogni impaccio di colpa
la coscienza di chi non si chiude alla luce,
cura le piaghe dell’anima, donaci il tuo perdono;
e il nostro sincero servizio,
vinta l’oppressione del peccato,
liberamente si compia.
Per Cristo nostro Signore.

CONCLUSIONE

V   Benediciamo il Signore.

R   Rendiamo grazie a Dio.



©