S. Bernardo, abate e dottore della Chiesa
ORA MEDIA - sesta
(ora sesta da recitare verso le ore 12)

V   O Dio, vieni a salvarmi.
R   Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria.

Alleluia.

INNO

O Dio glorioso, altissimo sovrano,
che i tempi diversi alternando,
orni di dolce chiarità il mattino
e l’infocato meriggio avvampi,

placa la furia delle discordie,
spegni il funesto ardore dell’odio,
dona alle membra sanità e vigore,
agli animi dona la pace.

Ascoltaci, Padre pietoso,
per Gesù Cristo Signore,
che nello Spirito santo
vive e governa nei secoli.   Amen.

SALMODIA

Salmo 118, 129-136 XVII (Pe)

Meditazione della legge di Dio

Cristo, assalito dalle calunnie, mantenne un vittorioso silenzio (S. Ambrogio).

Ant. 1   La tua parola nel rivelarsi illumina, *
             dona salvezza ai semplici.

Meravigliosa è la tua alleanza, *
     per questo le sono fedele.
La tua parola nel rivelarsi illumina, *
     dona saggezza ai semplici.

Apro anelante la bocca, *
     perché desidero i tuoi comandamenti.
Volgiti a me e abbi misericordia, *
     tu che sei giusto per chi ama il tuo nome.

Rendi saldi i miei passi secondo la tua parola *
     e su di me non prevalga il male.
Salvami dall’oppressione dell’uomo *
     e obbedirò ai tuoi precetti.

Fa’ risplendere il volto sul tuo servo *
     e insegnami i tuoi comandamenti.
Fiumi di lacrime mi scendono dagli occhi, *
     perché non osservano la tua legge.

Gloria.

Ant. 1   La tua parola nel rivelarsi illumina, *
             dona salvezza ai semplici.

Salmo 81

Contro i giudici ingiusti

Non vogliate giudicare nulla prima del tempo, finché venga il Signore (1 Cor 4, 5b).

Ant. 2   A te, Signore, appartengono tutte le genti.

Dio si alza nell’assemblea divina, *
     giudica in mezzo agli dèi.
«Fino a quando giudicherete iniquamente *
     e sosterrete la parte degli empi?

Difendete il debole e l’orfano, *
     al misero e al povero fate giustizia.
Salvate il debole e l’indigente, *
     liberatelo dalla mano degli empi».

Non capiscono, non vogliono intendere, †
     avanzano nelle tenebre; *
     vacillano tutte le fondamenta della terra.

Io ho detto: «Voi siete dèi, *
     siete tutti figli dell’Altissimo».
Eppure morirete come ogni uomo, *
     cadrete come tutti i potenti.

Sorgi, Dio, a giudicare la terra, *
     perché a te appartengono tutte le genti.

Gloria.

Ant. 2   A te, Signore, appartengono tutte le genti.

Salmo 119

Desiderio della pace minacciata dai malvagi

Siate lieti nella speranza, forti nella tribolazione, perseveranti nella preghiera (Rm 12, 12).

Ant. 3   Libera, Signore, la mia vita.

Nella mia angoscia ho gridato al Signore *
     ed egli mi ha risposto.

Signore, libera la mia vita
          dalle labbra di menzogna, *
     dalla lingua ingannatrice.

Che ti posso dare, come ripagarti, *
     lingua ingannatrice?
Frecce acute di un prode, *
     con carboni di ginepro.

Me infelice: abito straniero in Mosoch, *
     dimoro fra le tende di Kedar!
Troppo io ho dimorato *
     con chi detesta la pace.

Io sono per la pace, *
     ma quando ne parlo, essi vogliono la guerra.

Gloria.

Ant. 3   Libera, Signore, la mia vita.

Alle altre Ore salmodia complementare.
LETTURA BREVE

Ger 6, 16

Così dice il Signore: «Fermatevi nelle strade e guardate, informatevi circa i sentieri del passato, dove sta la strada buona e prendetela, così troverete pace per le anime vostre».

R   Sei tu il mio aiuto, Signore.
      Sei tu il mio aiuto, Signore, * non lasciarmi.

V   Non abbandonarmi, Dio della mia salvezza.
      Non lasciarmi.
      Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito santo.
      Sei tu il mio aiuto, Signore, * non lasciarmi.

ORAZIONE

Dio, che nel tuo Figlio unigenito
chiami l’uomo dalla miseria della colpa
alla sovrabbondante ricchezza della grazia,
disperdi le tenebre che oscurano i cuori
e donaci infine l’eredità del tuo regno.
Per Cristo nostro Signore.

CONCLUSIONE

V   Benediciamo il Signore.

R   Rendiamo grazie a Dio.



©