MARTEDI IN ALBIS
ORA MEDIA - sesta

(ora sesta da recitare verso le ore 12)

V   O Dio, vieni a salvarmi.
R   Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria.

Alleluia.

INNO

O Dio glorioso, altissimo sovrano,
che i tempi diversi alternando,
orni di dolce chiarità il mattino
e l’infocato meriggio avvampi,

placa la furia delle discordie,
spegni il funesto ardore dell’odio,
dona alle membra sanità e vigore,
agli animi dona la pace.

Ascoltaci, Padre pietoso,
per Gesù Cristo Signore,
che nello Spirito santo
vive e governa nei secoli.   Amen.

SALMODIA

Salmo 118

Meditazione della legge di Dio

Ant.   Alleluia, alleluia, alleluia.

I (25-32 - Dalet)

Ha la vita l’anima che percorre le vie di Cristo, è morta al peccato e vive per Dio (S. Ambrogio).

Io sono prostrato nella polvere, *
     dammi vita secondo la tua parola.
Ti ho manifestato le mie vie e mi hai risposto; *
     insegnami i tuoi voleri.

Fammi conoscere la via dei tuoi precetti *
     e mediterò i tuoi prodigi.
Io piango nella tristezza; *
     sollevami secondo la tua promessa.

Tieni lontana da me la via della menzogna, *
     fammi dono della tua legge.
Ho scelto la via della giustizia, *
     mi sono proposto i tuoi giudizi.

Ho aderito ai tuoi insegnamenti, Signore, *
     che io non resti confuso.
Corro per la via dei tuoi comandamenti, *
     perché hai dilatato il mio cuore.

Gloria.

II (33-40 He)

La via perfetta è Cristo. Perciò colui che è in Cristo come può non distogliere lo sguardo dalle cose vane, dal momento che Cristo ha crocifisso ogni vanità del mondo nella sua carne? (S. Ambrogio).

Indicami, Signore, la via dei tuoi precetti *
     e la seguirò sino alla fine.
Dammi intelligenza, perché io osservi la tua legge *
     e la custodisca con tutto il cuore.

Dirigimi sul sentiero dei tuoi comandi, *
     perché in esso è la mia gioia.
Piega il mio cuore verso i tuoi insegnamenti *
     e non verso la sete del guadagno.

Distogli i miei occhi dalle cose vane, *
     fammi vivere sulla tua via.
Con il tuo servo sii fedele alla parola *
     che hai data, perché ti si tema.

Allontana l’insulto che mi sgomenta, *
     poiché i tuoi giudizi sono buoni.
Ecco, desidero i tuoi comandamenti; *
     per la tua giustizia fammi vivere.

Gloria.

III (41-48 - Vau)

La salvezza è Cristo ed è vicino a chi lo teme. Egli è disceso in terra, si è fatto vicino, e noi abbiamo cominciato a non avere più paura, poiché chi teme Cristo non è sottomesso alla paura ma all’amore (S. Ambrogio).

Venga a me, Signore, la tua grazia, *
     la tua salvezza secondo la tua promessa;
a chi mi insulta darò una risposta, *
     perché ho fiducia nella tua parola.

Non togliere mai dalla mia bocca la parola vera, *
     perché confido nei tuoi giudizi.
Custodirò la tua legge per sempre, *
     nei secoli, in eterno.

Sarò sicuro nel mio cammino, *
     perché ho ricercato i tuoi voleri.
Davanti ai re parlerò della tua alleanza *
     senza temere la vergogna.

Gioirò per i tuoi comandi *
     che ho amati.
Alzerò le mani ai tuoi precetti che amo, *
     mediterò le tue leggi.

Gloria.

Ant.   Alleluia, alleluia, alleluia.

Alle altre Ore salmodia complementare.
LETTURA BREVE

2 Tm 2, 8. 11

Carissimo, ricòrdati che Gesù Cristo, della stirpe di Davide, è risuscitato dai morti, secondo il mio vangelo. Certa è questa parola: Se moriamo con lui, vivremo anche con lui.

R   Gesù apparve agli Undici.
      Gesù apparve agli Undici. * Alleluia, alleluia.

V   Rimproverò la loro incredulità.
      Alleluia, alleluia.
      Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito santo.
      Gesù apparve agli Undici. * Alleluia, alleluia.

ORAZIONE

Ascolta, Dio di misericordia, la nostra preghiera
e fa’ che celebriamo sempre
con interiore devozione
i sacramenti della nostra salvezza.
Per Cristo nostro Signore.

CONCLUSIONE

V   Benediciamo il Signore.

R   Rendiamo grazie a Dio.



©