MARTEDI IN ALBIS
LODI MATTUTINE

V   O Dio, vieni a salvarmi.
R   Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria.

Alleluia.

Cantico di Zaccaria
Lc 1, 68-79
Il Messia e il suo precursore

O Sole vero, irràdiati! (S. Ambrogio).

Ant.   Dio ha risuscitato il Signore Gesù, *
          e tutti ne siamo testimoni. Alleluia.

Benedetto il Signore Dio d’Israele, *
     perché ha visitato e redento il suo popolo,

e ha suscitato per noi una salvezza potente *
     nella casa di Davide, suo servo,

come aveva promesso *
     per bocca dei suoi santi profeti d’un tempo:

salvezza dai nostri nemici, *
     e dalle mani di quanti ci odiano.

Così egli ha concesso misericordia ai nostri padri *
     e si è ricordato della sua santa alleanza,

del giuramento fatto ad Abramo, nostro padre, *
     di concederci, liberàti dalle mani dei nemici,

di servirlo senza timore, in santità e giustizia *
     al suo cospetto, per tutti i nostri giorni.

E tu, bambino, sarai chiamato profeta dell’Altissimo *
     perché andrai innanzi al Signore
          a preparargli le strade,

per dare al suo popolo la conoscenza della salvezza *
     nella remissione dei suoi peccati,

grazie alla bontà misericordiosa del nostro Dio, *
     per cui verrà a visitarci dall’alto un sole che sorge,

per rischiarare quelli che stanno nelle tenebre *
     e nell’ombra della morte
e dirigere i nostri passi *
     sulla via della pace.

Gloria.

Ant.   Dio ha risuscitato il Signore Gesù, *
          e tutti ne siamo testimoni. Alleluia.

Kyrie eleison, Kyrie eleison, Kyrie eleison.
PRIMA ORAZIONE
Preghiamo
(Pausa di preghiera silenziosa)

Dio onnipotente ed eterno,
che hai redento il tuo popolo
con il sangue del tuo Figlio unigenito,
disperdi l’opera del demonio
e spezza le catene del peccato,
perché non sia più schiavo dell’autore della morte
chi nella professione della fede
ha ricevuto la vita eterna.
Per Gesù Cristo, tuo Figlio, nostro Signore e nostro Dio,
che vive e regna con te, nell’unità dello Spirito santo,
per tutti i secoli dei secoli.

ANTIFONA «AD CRUCEM»

     Stette Gesù risorto tra i discepoli
     e disse: «Pace a voi». Alleluia. *
     Gioirono i discepoli al vedere il Signore. *
     Davanti ad essi prese un po’ di cibo
     e ne porse anche a loro. Alleluia, alleluia.

ORAZIONE

Dio, che hai liberato il tuo popolo
dalla schiavitù dell’astuto Nemico,
ascolta pietoso la supplica:
con la tua potenza sconfiggi chi ci avversa.
Per Cristo nostro Signore.

SALMODIA

Cantico   Es 15, 1-4a. 8-13. 17-18

Inno di vittoria per il passaggio del Mare Rosso

Tutti attraversarono il mare, tutti furono battezzati in rapporto a Mosè nella nube e nel mare, tutti mangiarono lo stesso cibo spirituale (1 Cor 10, 1-3).

Ant. 1   Alleluia. Cristo Gesù è risorto. Alleluia.

Voglio cantare in onore del Signore; †
     perché ha mirabilmente trionfato, *
     ha gettato in mare cavallo e cavaliere.

Mia forza e mio canto è il Signore, *
     egli mi ha salvato.
È il mio Dio e lo voglio lodare, *
     è il Dio di mio padre e lo voglio esaltare!

Dio è prode in guerra, *
     si chiama Signore.
I carri del faraone e il suo esercito *
     li ha gettati in mare.

Al soffio della tua ira si accumularono le acque, †
     si alzarono le onde come un argine, *
     si rappresero gli abissi in fondo al mare.

Il nemico aveva detto: *
     «Inseguirò, raggiungerò, spartirò il bottino,
se ne sazierà la mia brama, *
     sfodererò la spada, li conquisterà la mia mano!».

Soffiasti con il tuo alito: li coprì il mare, *
     sprofondarono come piombo in acque profonde.

Chi è come te fra gli dèi, *
     chi è come te, maestoso in santità, Signore?
Chi è come te, tremendo nelle imprese, *
     operatore di prodigi?

Stendesti la destra: *
     li inghiottì la terra.
Guidasti con il tuo favore
          questo popolo che hai riscattato, *
     lo conducesti con forza alla tua santa dimora.

Lo fai entrare *
     e lo pianti sul monte della tua promessa,
luogo che per tua sede, Signore, hai preparato, *
     santuario che le tue mani, Signore, hanno fondato.

Il Signore regna *
     in eterno e per sempre!

Gloria.

Ant. 1   Alleluia. Cristo Gesù è risorto. Alleluia.

SALMI LAUDATIVI

Ogni vivente dia lode al Signore

A Dio la gloria, nella Chiesa e in Gesù Cristo (Ef 3, 21).

Ant. 2   Maria stava in lacrime vicino al sepolcro, *
             quando vide un angelo in bianche vesti
             e il sudario che era stato posto
             sul capo del Signore. Alleluia.

Sal 150

Lodate il Signore nel suo santuario, *
     lodatelo nel firmamento della sua potenza.
Lodatelo per i suoi prodigi, *
     lodatelo per la sua immensa grandezza.

Lodatelo con squilli di tromba, *
     lodatelo con arpa e cetra;
lodatelo con timpani e danze, *
     lodatelo sulle corde e sui flauti.

Lodatelo con cembali sonori, †
     lodatelo con cembali squillanti; *
     ogni vivente dia lode al Signore.

Invito universale alla lode di Dio

Sal 116

Lodate il Signore, popoli tutti, *
     voi tutte, nazioni, dategli gloria;

perché forte è il suo amore per noi *
     e la fedeltà del Signore dura in eterno.

Gloria.

Ant. 2   Maria stava in lacrime vicino al sepolcro, *
             quando vide un angelo in bianche vesti
             e il sudario che era stato posto
             sul capo del Signore. Alleluia.

Salmo diretto

Il Signore è mia eredità

Dio ha risuscitato Gesù, sciogliendolo dalle angosce della morte (At 2, 24).

Sal 15

Proteggimi, o Dio: *
     in te mi rifugio.
Ho detto a Dio: «Sei tu il mio Signore, *
     senza di te non ho alcun bene».

Per i santi, che sono sulla terra, uomini nobili, *
     è tutto il mio amore.

Si affrettino altri a costruire idoli: †
     io non spanderò le loro libazioni di sangue, *
     né pronunzierò con le mie labbra i loro nomi.

Il Signore è mia parte di eredità e mio calice: *
     nelle tue mani è la mia vita.
Per me la sorte è caduta su luoghi deliziosi, *
     la mia eredità è magnifica.

Benedico il Signore che mi ha dato consiglio; *
     anche di notte il mio cuore mi istruisce.
Io pongo sempre innanzi a me il Signore, *
     sta alla mia destra, non posso vacillare.

Di questo gioisce il mio cuore, †
     esulta la mia anima; *
     anche il mio corpo riposa al sicuro,

perché non abbandonerai la mia vita nel sepolcro, *
     né lascerai che il tuo santo veda la corruzione.

Mi indicherai il sentiero della vita, †
     gioia piena nella tua presenza, *
     dolcezza senza fine alla tua destra.

Gloria.

SECONDA ORAZIONE

Ascolta, Dio di misericordia, la nostra preghiera
e fa’ che celebriamo sempre
con interiore devozione
i sacramenti della nostra salvezza.
Per Cristo nostro Signore.

INNO

Oggi rifulge il giorno di nuova luce,
risuona il cielo di canti,
ebbro di gioia l’universo esulta,
oggi l’inferno geme.

Cristo è Signore! Ha infranto
le oscure porte del dolente regno,
l’uomo rivive e libero
scuote per sempre le tristi catene.

Grava la pietra inutile sul sepolcro,
illuso veglia il custode;
l’angelo sfolgorante a tutti annunzia:
il Crocifisso è risorto!

Luce che allieti i cuori,
o vita che rinnovi chi crede in te,
o Gesù, Pasqua eterna,
donaci di cantare la tua vittoria.

Gloria si levi al Signore risorto,
gloria a Dio Padre,
gloria allo Spirito santo,
per la distesa dei secoli.   Amen.

ACCLAMAZIONI A CRISTO SIGNORE

Rivolgiamo al Signore Gesù,
unico mediatore tra Dio e gli uomini,
le espressioni della nostra fede e del nostro amore:

Tu che dalla terra ci hai plasmato
e ci hai infuso l’alito di vita,
Kyrie eleison.
     Kyrie eleison.

Gesù, che ci sei venuto incontro
e ci hai dato il perdono delle colpe,
Kyrie eleison.
     Kyrie eleison.

Figlio di Dio, che vieni nelle case degli uomini
e porti la salvezza ai cuori,
Kyrie eleison.
     Kyrie eleison.

Dio, che ami farti nascostamente presente
soprattutto nei poveri e negli emarginati,
Kyrie eleison.
     Kyrie eleison.

Salvatore, che fino all’ultimo
ci aspetti per portarci con te,
Kyrie eleison.
     Kyrie eleison.

Splendore della gloria del Padre,
che sarai la nostra luce
e la nostra gioia nei secoli,
Kyrie eleison.
     Kyrie eleison.

Padre nostro.

CONCLUSIONE

La conclusione delle Lodi può essere fatta in due modi:
A) Se la celebrazione è presieduta da un sacerdote o da un diacono, la conclusione si fa col saluto e con la benedizione in questo modo:

V   Il Signore sia con voi.
R   E con il tuo spirito.
      Kyrie eleison, Kyrie eleison, Kyrie eleison. 

V   Vi benedica Dio onnipotente, Padre e Figlio e Spirito santo.
R   Amen. 

Si possono anche usare le forme di benedizione più solenni come è detto nel Messale.
Se si congeda l’assemblea, si aggiunge l’invito: 

V   Andiamo in pace.
R   Nel nome di Cristo. 


B) Nella celebrazione individuale o quando non presiede un sacerdote o un diacono, si conclude con la formula seguente:

V   Il Signore ci benedica e ci esaudisca.
R   Amen. 

oppure:
V   La santa Trinità ci salvi e ci benedica.
R   Amen.



©