COMPIETA

DOPO I PRIMI VESPRI 
DELLA DOMENICA E DELLE SOLENNITÀ 
(SABATO)

V  Convertici, Dio, nostra salvezza.
R  E placa il tuo sdegno verso di noi.

V  O Dio, vieni a salvarmi.
R  Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria.

Alleluia


INNO

Di tenebra la terra ormai si ammanta:
quasi una dolce morte
scende sui corpi spossati,
che alla luce del giorno rivivranno.

Cristo Signore, luce vera, vita,
salva i tuoi servi;
l’oscura inerzia del sonno
non si tramuti nell’esilio eterno.

Nessuna forza del male
ci vinca nella notte:
tu che ci doni il riposo,
veglia su chi ti implora.

A te, Gesù, sia gloria
che sei nato da vergine,
con il Padre e lo Spirito
nella distesa dei secoli.   Amen.

SALMODIA
Salmo 4
Rendimento di grazie

Dio ha reso splendido e glorioso colui che ha risuscitato dai morti (S. Agostino).

Ant.   Dalle angosce mi hai liberato; *
          abbi pietà, Signore, e ascoltami.

Alleluia.

Quando ti invoco, rispondimi, Dio, mia giustizia: †
      dalle angosce mi hai liberato; *
      pietà di me, ascolta la mia preghiera.

Fino a quando, o uomini, sarete duri di cuore? *
      Perché amate cose vane
            e cercate la menzogna?

Sappiate che il Signore fa prodigi per il suo fedele: *
      il Signore mi ascolta quando lo invoco.

Tremate e non peccate, *
      sul vostro giaciglio riflettete e placatevi.

Offrite sacrifici di giustizia *
      e confidate nel Signore.

Molti dicono: «Chi ci farà vedere il bene?». *
      Risplenda su di noi, Signore, la luce del tuo volto.

Hai messo più gioia nel mio cuore *
      di quando abbondano vino e frumento.

In pace mi corico e subito mi addormento: *
      tu solo, Signore, al sicuro mi fai riposare.

Gloria.

Ant.   Dalle angosce mi hai liberato; *
          abbi pietà, Signore, e ascoltami.

Alleluia.
Salmo 132
Gioia dell’amore fraterno

Amiamoci gli uni gli altri, perché l’amore è da Dio (1 Gv 4, 7).

Ant.   Buono e soave è lodare il Signore.

Ecco quanto è buono e quanto è soave *
      che i fratelli vivano insieme!

È come olio profumato sul capo, †
      che scende sulla barba, sulla barba di Aronne, *
      che scende sull’orlo della sua veste.

È come rugiada dell’Ermon, *
      che scende sui monti di Sion.

Là il Signore dona la benedizione *
      e la vita per sempre.

Gloria.

Ant.   Buono e soave è lodare il Signore.

LETTURA BREVE

Dt 6, 4-7

Ascolta Israele: il Signore è il nostro Dio, il Signore è uno solo. Tu amerai il Signore tuo Dio con tutto il cuore, con tutta l’anima e con tutte le forze. Questi precetti che oggi ti do, ti stiano fissi nel cuore; li ripeterai ai tuoi figli, ne parlerai quando sarai seduto in casa tua, quando camminerai per via, quando ti coricherai e quando ti alzerai.

RESPONSORIO BREVE

Sal 118, 80

R   Il mio cuore sia integro.
      Il mio cuore sia integro * nei tuoi precetti, Signore.

V   Perché non resti confuso.
      Nei tuoi precetti, Signore.
      Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito santo.
      Il mio cuore sia integro * nei tuoi precetti, Signore.

CANTICO DI SIMEONE
Lc 2, 29 - 32
Cristo, luce delle genti e gloria d'Israele

Simeone sapeva che beati sarebbero stati gli occhi che avrebbero visto (S. Ambrogio).

Ant.   Ora lascia, o Signore, che il tuo servo *
          vada in pace secondo la tua parola.

Ora lascia, o Signore, che il tuo servo *
      vada in pace secondo la tua parola; 

perché i miei occhi han visto la tua salvezza, *
      preparata da te davanti a tutti i popoli, 

luce per illuminare le genti *
      e gloria del tuo popolo Israele.

Gloria.

Ant.   Ora lascia, o Signore, che il tuo servo *
          vada in pace secondo la tua parola.

ORAZIONE

Veglia su noi nella notte imminente,
Dio dell’universo;
la tua mano ci desti al nuovo giorno
perché possiamo celebrare con gioia
la risurrezione di Cristo, tuo Figlio,
che vive e regna nei secoli dei secoli.

ANTIFONA ALLA BEATA VERGINE MARIA

Ave, regina dei cieli,
ave, signora degli angeli;
porta e radice di salvezza,
rechi nel mondo la luce.
Godi, Vergine gloriosa,
bella fra tutte le donne;
salve, o tutta santa,
prega per noi Cristo Signore.

ESAME DI COSCIENZA

Alla fine di Compieta si può fare l'esame di coscienza, che nella celebrazione comune o è compiuto in silenzio, oppure è inserito nell'atto penitenziale secondo le formule del Messale.

CONCLUSIONE

Nella celebrazione comune, si termina con l'invito.

V  Dormiamo in pace.
R  Vigiliamo in Cristo.





©