Una notte d’inverno era nato un bambino:
per chi comandava era un uomo di più.
La madre: una donna, inesperta bambina,
gli dona una vita umana e infinita.
In lui la speranza di tutto il passato,
un popolo intero sognò per lui.
Portava nel mondo una rivoluzione;
un fuoco, un amore per l’umanità.

Si chiamava Gesù, invadeva la storia,
dava un volto d’amore all’umanità. (2 volte)

Nasceva così tra la povera gente
che aveva già scelto come amica di vita.
E poi litigava con tutti i potenti,
con tutti i nemici della povera gente.
Amava i bambini e i peccatori:
per essi, diceva, c’è un posto nel cielo.
Io sono venuto per chi è malato,
io sono la Via di chi non ha strade.

Si chiamava Gesù…

Chiamava per nome la gente del lago,
gli andavano dietro come tanti bambini.
Incontrò Maddalena, la donna di tutti:
le dette un sorriso, un amore pulito.
E su un prato immenso la gente la sera
chiedeva del pane: avevano fame.
Scherzò con gli amici, poi prese del pane:
guardò verso il cielo, sfamò tutto il mondo.

Si chiamava Gesù…

Guardava negli occhi di chi è nel dolore,
a tutti donava uno sguardo d’amore.
Ed era un amico per chi sulle strade
tendeva una mano da uomo di fede.
E sai come muore la gente che ama:
c’è sempre un amico
che è pronto a tradirti.
Così quella sera, tra ombre di luna,
bastò solo un bacio per farlo morire.

Si chiamava Gesù…

Ormai chi l’amava aveva paura,
la sola difesa rimase il silenzio.
E poi chi credeva di esser potente
gli dette la morte della povera gente.
E lui perdonava, non era più uomo,
ormai non aveva più i piedi per terra
E dava la vita per tutte le cose:
per l’uomo, per l’erba, per ogni vivente.

Si chiamava Gesù…

Nel sole, nel vento gettò quel respiro
e Dio lo raccolse: era quello suo Figlio.
E poi quel respiro fece il giro del mondo
nel sole, nel vento, nel cuore dell’uomo.
All’alba di un giorno percorse la terra
un grido infinito di speranza e di vita:
È Lui! È risorto! Paura e certezza
di un nuovo cammino
con Lui che è risorto.

Si chiamava Gesù…

E oggi rinasce, cammina e rimuove,
risorge e si ferma su tutte le strade.
Si chiama Gesù: oggi invade la storia,
dona un volto d’amore alla mia umanità.

Si chiama Gesù: oggi invade la storia,
dona un volto d’amore alla mia umanità. (2 volte)

 

 

 

 

TEMI
Una notte…
Le cose grandi, decisive, avvengono nella notte.
Nel mistero.
La creazione del mondo.
L’alleanza con Abramo.
L’esodo di Israele.
La nascita di Gesù.
La risurrezione da morte.
Nella notte, la luce splende fra le tenebre.
E appare il volto del mondo.
Appare il volto dell’Uomo nuovo: il Cristo.
La sua storia fra noi è semplice.
Ma è un fuoco.
Ascoltiamola ancora una volta.
Lasciamo che invada la nostra storia e dia un volto d’amore alla nostra umanità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment